Costi in chirurgia estetica

Dr. Claudio BernardiData pubblicazione: 02 novembre 2013

Dottore, perchè la chirurgia estetica costa così tanto in Italia?

Questa è una domanda che appare spesso nei forum o nelle mie email personali, facendo riferimento anche  ad altri paesi esteri, dove gli interventi costano molto meno che in Italia.

In realtà in Italia esiste il libero mercato della chirurgia estetica, con offerte diverse che riflettono anche il divario economico che esiste da regione a regione e che si  esprime anche sui costi della chirurgia estetica.
Detto questo però, ciò di cui dovremmo allertarci è che quando i compensi richiesti sono troppo bassi, essi non possono giustificare nè l'eccellenza delle strutture (cliniche, centri ambulatoriali attrezzati), nè quelli dei professionisti (chirurgo, aiuto chirurgo, assistente, anestesista,...).

In altri termini la qualità della prestazione sanitaria costa e nel caso della chirurgia estetica, la cui assistenza non è prevista dal Servizio Sanitario Nazionale, questo costo deve necessariamente essere sostenuto dal paziente.

La prestazione di chirurgia estetica, però, non può e non deve essere considerato un atto mercificabile: l'atto chirurgico va inteso come un momento importante all'interno del rapporto medico-paziente, che è soprattutto un rapporto di reciproca fiducia. Alla fine, ma solo alla fine, esiste la quantificazione economica di questa prestazione d'opera.

Poi c'è anche il problema del chirurgo televisivo che in virtù della propria fama acquisita spesso in video, può chiedere per un intervento qualunque cifra. Ma questo è un altro argomento di cui possiamo parlare in un'altra discussione.

 

Autore

claudiobernardi
Dr. Claudio Bernardi Chirurgo generale, Chirurgo plastico

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1981 presso roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 31438.

2 commenti

#1
Dr. Daniele Bollero
Dr. Daniele Bollero

Bel post, Claudio. La professionalità ha un suo prezzo...questa è la verità...e nel preventivo c'è la struttura che incide se a norma, autorizzata etc...mentre negli ambulatori "inventati" i costi si abbattono ma i rischi aumentano...
Mi piacerebbe a questo punto leggere il tuo commento sul chirurgo televisivo...un abbraccio
Daniele Bollero

#2
Dr. Claudio Bernardi
Dr. Claudio Bernardi

Mah, è semplice caro Daniele. Credo che la "fama" di un chirurgo non debba avere scorciatoie come spesso succede quando si diventa "famosi" in televisione prima di esserlo nella realtà. La vita professionale è lunga, una formazione continua, etica e professionalità, rispetto dei pazienti e dei colleghi medici, ecc....E questo dura molto a lungo. Inoltre, apparire in televisione ed essere considerato dai media "il chirurgo delle dive", credo che non dovrebbe modificare comportamenti da parte del professionista serio come ad esempio far levitare i costi di un intervento chirurgico.

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche chirurgia plastica 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Chirurgia plastica e ricostruttiva?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test