Luce pulsata per depilazione oggi

Dr. Giampiero GriselliData pubblicazione: 18 novembre 2017

Tra i più classici metodo di DEPILAZIONE a lunga permanenza vi è di diritto la luce pulsata (IPL), utilizzata ormai da moltissimi anni. 

Si basa su una azione di fototermolisi selettiva, avendo come "target" specifico la melanina del pelo.

Per questa ragione, per il massimo successo e minimi effetti collaterali, va praticata su peli scuri in cute chiara. E dopo una attenta anamnesi, con massima attenzione a patologie e assunzioni di farmaco. Fondamentale a mio avviso la visita dermatologica per ricavare la obiettività della zona di cute da trattare. 

Ricordiamo che la possibilità di ingenerare effetti collaterali spiacevoli, dalla banale leggera scottatura, alle bolle, alla discromia importante e addirittura alla cicatrice è sempre possibile, in presenza di uso, per così dire, "disinvolto".

Il pelo deve essere colpito in una fase del suo ciclo che viene chiamata ANAGEN, cioè un fase vitale, di crescita. In alcune zone non più del 20% dei peli sono in tale fase. Questo rende conto del fatto che sarà impossibile terminare correttamente il ciclo terapeutico,cioè colpire tutti peli prima di almeno 5-6 sedute mensili.

Importantissima la preparazione domiciliare,perché la lunghezza della emersione del pelo sulla superficie cutanea non dovrebbe essere oltre i 2 mm,affinché il calore non venga disperso inefficacemente. Il medico operatore raffreddera' la parte prima della erogazione della luce con vari sistemi, di cui il più semplice è la applicazione di gel raffreddato. 

Ricordiamo che la potenza di un apparecchio ad uso medico è assai superiore agli apparecchi per semplice uso estetico. 

Questa differenza, insieme naturalmente alle accortezze ricordate, influirà sulla efficacia. Dalla distruzione del pelo al rallentamento della crescita (indebolimento del pelo)...alla totale inefficacia!

Utilizzando un apparecchio MEDICALE di buona qualità, correttamente settato e con indicazioni e selezione del paziente CORRETTI, potremmo dunque ottenere risultati del tutto sovrapponibili ai più moderni laser (Alessandrite, diodo, NdYag). E talvolta con tempi di trattamento più veloci.

Autore

giampierogriselli
Dr. Giampiero Griselli Dermatologo, Medico estetico

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1990 presso bologna.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Ferrara tesserino n° 3231.

1 commenti

#1
Utente 380XXX
Utente 380XXX

Buonasera È consigliabile per una ragazza di 17 anni. Zona inguine

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche Depilazione 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Dermatologia e venereologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test

Contenuti correlati