Il fumo aumenta il rischio di gravidanza extrauterina

Dr.ssa Elisabetta CheloData pubblicazione: 06 luglio 2012Ultimo aggiornamento: 12 gennaio 2017

La gravidanza extrauterina, più correttamente detta ectopica, avviene quando l'embrione si impianta al di fuori della cavità uterina, generalmente nella tuba.

Questa evenienza accade in circa il 2% di tutte le gravidanze, non può essere prevenuta e necessita di un trattamento chirurgico oppure della somministrazione di un farmaco chiamato Methotrexate.

Era stato evidenziato da qualche anno che il rischio di una gravidanza extrauterina era maggiore per le donne fumatrici, rispetto alle non fumatrici, ma non era chiaro come il fumo interferisse con il normale transito nella tuba.

Al''annuale congresso della Società Europea della Riproduzione (ESHRE), svoltosi in questi giorni ad Istambul, il Dr Home del Medical Research Council di Edimburgo ha esposto i risultati delle sue ricerche che mettono in luce i meccanismi con cui il fumo aumenta il rischio di gravidanza extra.

Un derivato della nicotina, detto cotinina, ha un effetto negativo su un gene, denominato BAD.

La diminuita espressione di questo gene nella tuba, a causa della presenza di cotidina, favorirebbe l'impianto dell'embrione nella tuba.

Anche nell'utero si ha un abbassamento del gene BAD durante il periodo più favorevole all'impianto.

Per la prima volta, quindi, viene fornita un'evidenza scientifica che aiuta a comprendere perchè le fumatrici siano più esposte al rischio di gravidanza extrauterina.

D'altra parte è ben noto che le fumatrici che intraprendono la strada della fecondazione assistita hanno una ridotta possibilità di ottenere una gravidanza con normale evoluzione ed un più alto rischio di abortività e, come abbiamo visto, di gravidanze ectopiche.

Si confema ancora una volta lo specifico danno del fumo sulle potenzialità procreativa della donna.

 

Fontiwww.eshre.eu/ESHRE/English/Press-Room

Waylen AL Effects of cigarette smoking upon clinical outcomes of assisted reproduction: a meta- analysis. Hum Reprod Update, 2009; 15:31-44.

Per approfondire:

https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/214-stile-di-vita-ed-infertilita.htmlStile-di-vita-ed-infertilita

 

Autore

elisabettachelo
Dr.ssa Elisabetta Chelo Ginecologo, Patologo della riproduzione

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1978 presso Università di Firenze.
Iscritta all'Ordine dei Medici di Firenze tesserino n° 15487.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Ginecologia e ostetricia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test