Riduzione della spesa sanitaria e diritto alla salute

Dr. Vincenzo RossiData pubblicazione: 20 febbraio 2012

RIDUZIONE DELLA SPESA SANITARIA E DIRITTO ALLA SALUTE

I recenti servizi televisivi su alcuni ospedali (non solo il Cardarelli!) ripropongono drammaticamente il problema delle possibilità di una perlomeno decorosa assistenza sanitaria nella ristrettezza economica(mancato o parziale reintegro del personale medico e paramedico,riduzione dei posti letto,riduzione della spesa farmaceutica etc.etc.).

Non c'è dubbio che il buco della sanità era arrivato ad un punto di non ritorno e che si debbano accettare dei sacrifici. Ma cosa c'entrano i pazienti ed il personale delle professioni sanitarie?

Come fare per contenere i costi nel rispetto dei diritti umani e del diritto alla salute sancito dall'art. 32 della nostra grande Costituzione?

A breve pubblicherò un articolo minforma sul "diritto alla salute" cui seguirà un altro articolo sull' "umanizzazione della medicina". Questi 2 temi sono le vere passioni della mia vita professionale ed in esse ho trovato le motivazioni e la forza di dimettermi dall'incarico di direttore di un dipartimento e primario di un reparto.

Credo  che su questi temi si debba aprire da subito un forum di discussione aperto a tutti.

Autore

vincenzorossi
Dr. Vincenzo Rossi Neurologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976 presso università Federico II-Napoli.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Napoli tesserino n° 13218.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche ospedali 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Medicina generale?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test