Legamento crociato anteriore del ginocchio

Dr. Vincenzo CalafioreData pubblicazione: 27 aprile 2013

A cosa serve il legamento crociato anteriore (lca)?

La sua funzione è di  impedire alla tibia di scivolare in avanti rispetto al femore, rappresentando quindi un vero e proprio freno anteriore del ginocchio. La struttura è come quella di una corda che unisce le due ossa (tibia e femore) facendole lavorare all’unisono. Viene definito crociato proprio perché si incrocia con il legamento crociato posteriore.

 

Che significa lesione del legamento crociato anteriore? 

Il termine lesione in ortopedia è sinonimo di  rottura. Questo è importante per far capire che quando parliamo di lesione, descriviamo una vera e propria rottura del legamento. Il LCA non ha capacità riparative autonome, pertanto non può cicatrizzare da solo.

 

Come avviene la lesione del lca?

La lesione del legamento crociato anteriore è un evento traumatico molto frequente sia negli sportivi che negli individui sedentari. Nella maggior parte dei casi avviene a causa delle distorsioni che coinvolgono il ginocchio. La torsione provoca una tensione eccessiva del legamento fino alla rottura dello stesso. I traumi distorsivi, specie se molto forti, possono coinvolgere altre strutture all’interno del ginocchio, come i menischi, i legamenti collaterali, il legamento crociato posteriore e la cartilagine articolare.

 

Come si cura?

La terapia è essenzialmente chirurgica. Il legamento crociato non ha capacità riparative, per cui l’unico modo per ripristinare la stabilità articolare è l’intervento chirurgico.

In alcuni individui sedentari che durante l’attività quotidiana non hanno dolori e non riferiscono “cedimenti” al ginocchio, si consiglia il potenziamento del quadricipite in palestra, per stabilizzare estrinsecamente il ginocchio.

 

In che cosa consiste l’intervento?

Per sostituire il crociato anteriore si esegue il prelievo di un trapianto autologo, ossia un elemento prelevato dal ginocchio del paziente stesso. I due trapianti più utilizzati al mondo sono:  il tendine rotuleo ed i tendini gracile e semitendinoso. Personalmente, utilizzo gli ultimi due tendini, per la facilità di esecuzione, per la piccola incisione cutanea cui segue una cicatrice altrettanto piccola ed esteticamente gradevole, e non ultimo, per  il minore dolore post operatorio riferito dal paziente.

Autore

calafiorevincenzo
Dr. Vincenzo Calafiore Ortopedico

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2002 presso messina.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Reggio-Calabria tesserino n° 7887.

4 commenti

#1
Utente 305XXX
Utente 305XXX

salve ho un problema al ginocchio destro, quando corro mi si infiamma e nn riesco più a correre, perchè fa male e ho fatto la risonanza magnetica.. e l'esito dice: dismogeneo il legamento crociato anteriore come da esiti distrattivi.. cosa posso fare per riprendere a correre senza che si infiammi il ginocchio? mi consigliate di rinforzare le ambe in palestra ?

#2
Utente 305XXX
Utente 305XXX

salve ho un problema al ginocchio destro, quando corro mi si infiamma e nn riesco più a correre, perchè fa male e ho fatto la risonanza magnetica.. e l'esito dice: dismogeneo il legamento crociato anteriore come da esiti distrattivi.. cosa posso fare per riprendere a correre senza che si infiammi il ginocchio? mi consigliate di rinforzare le ambe in palestra ?

#3
Utente 309XXX
Utente 309XXX

Salve vorrei porvi una domanda riguardo ai tempi di riabilitazione a seguito di un intervento al crociato anteriore e ai legamenti collaterali.
Io sono una ragazzina di 15 anni che mentre facevo sport (danza) ho avuto un brusco incidente nel quale mi sono stati riportati danni ai legamenti crociato anteriore e collaterali, mi e stato subito consigliato l intervento e il 4 giugno sono stata operata. sono passati ben piu di 15 giorni dall intervento, in questi giorni sono dovuta stare a letto, portare un tutore e fare 4 ore al giorno di kinetec(un macchinario fittato).Mercoledì sono andata di nuovo a visita e mi hanno rimosso i punti, mi hanno detto di poter cominciare la fisioterapia. Io vorrei sapere in media quando potrei camminare bene senza alcun aiuto nè di stampelle e nè tutore .. ed inoltre visto che si avvicina l'estate e il caldo.. vorrei sapere i tempi per andare al mare, non per farmi le grandi nuotate ma vorrei almeno potermi bagnare un po senza problemi.. so che è molto pericoloso camminare sulla sabbia quindi se ci sono prevenzioni ovvero se posso utilizzare qualcosa che mi permetta di andare al mare senza provocare nessun danno al ginocchio vorrei saperne di più
Grazie..

#4
Utente 309XXX
Utente 309XXX

Salve vorrei porvi una domanda riguardo ai tempi di riabilitazione a seguito di un intervento al crociato anteriore e ai legamenti collaterali.
Io sono una ragazzina di 15 anni che mentre facevo sport (danza) ho avuto un brusco incidente nel quale mi sono stati riportati danni ai legamenti crociato anteriore e collaterali, mi e stato subito consigliato l intervento e il 4 giugno sono stata operata. sono passati ben piu di 15 giorni dall intervento, in questi giorni sono dovuta stare a letto, portare un tutore e fare 4 ore al giorno di kinetec(un macchinario fittato).Mercoledì sono andata di nuovo a visita e mi hanno rimosso i punti, mi hanno detto di poter cominciare la fisioterapia. Io vorrei sapere in media quando potrei camminare bene senza alcun aiuto nè di stampelle e nè tutore .. ed inoltre visto che si avvicina l'estate e il caldo.. vorrei sapere i tempi per andare al mare, non per farmi le grandi nuotate ma vorrei almeno potermi bagnare un po senza problemi.. so che è molto pericoloso camminare sulla sabbia quindi se ci sono prevenzioni ovvero se posso utilizzare qualcosa che mi permetta di andare al mare senza provocare nessun danno al ginocchio vorrei saperne di più
Grazie..

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Ortopedia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test