Il bambino con sangue dalle mammelle e la paura dei genitori

Dr. Gaetano PintoData pubblicazione: 12 marzo 2017

Può capitare il riscontro nel bambino di secrezione dal capezzolo, a volte di natura francamente ematica. L'età interessata può spaziare dai primi mesi di vita fino ai 18 anni. Il fenomeno, interessante uno o entrambi i capezzoli, genera notevole ansia nei genitori.

Il pediatra deve rassicurare, ma al tempo stesso attivarsi tempestivamente per espletare tutte le indagini del caso. La valutazione clinica è fondamentale, con una attenta palpazione della mammella per rilevare eventuali tumefazioni.

La fuoriuscita di sangue può durare pochi giorni ma protrarsi, in alcuni casi, per mesi e addirittura un anno. L 'ecografia è un esame diagnostico fondamentale, associato ad indagini ematologiche specifiche quali: emocromo, indici infammatori, profilo coagulativo, ricerche ormonali (alfafetoproteina, progesterone, estradiolo, prolattina, profilo tiroideo).

Vi potrebbe essere una infiammazione della mammella pertanto è indicato un esame citologico e batteriologico delle secrezioni. La principale preoccupazione è la possibile presenza di un tumore, per lo più raro. Eccezionale è infatti il riscontro di tumori filloidi in pazienti dai 20 mesi ai 17 anni o carcinomi in pazienti dai 3 ai 18 anni. Dai 7 ai 17 anni bisogna prendere in considerazione anche un eventuale adenoma ipofisario.

In definitiva la causa principale della secrezione ematica è la dilatazione benigna dei dotti mammari, a patogenesi sconosciuta, forse potrebbe essere collegata ad una stimolazione temporanea di tipo ormonale. E' infatti noto una risoluzione spontanea dopo interruzione dell'allattamento materno. 

Se gli esami sono tutti negativi bisogna astenersi da qualsiasi terapia con osservazione e vigile attesa.

 

Autore

gaetanopinto
Dr. Gaetano Pinto Pediatra, Allergologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1984 presso UNIVERSITA' FEDERICO II DI NAPOLI.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Napoli tesserino n° 20601.

1 commenti

#1
Utente 311XXX
Utente 311XXX


Era successo a mia figlia, aveva solo 2 mesi, e quando ho visto il sangue uscire dal suo capezzolino mi si è aperta la terra sotto i piedi.
La secrezuine sarà durata non più di un paio di settimane, e l'avevo portata a visitare dal chirurgo peditrico, che non le trovò nulla. Credo che fosse un caso di dilatazione del dotti (aveva a avuto una forte crisi genitale con mammelline gonfie e "latte" che usciva, e la stavo allattando al seno). Successivamente è stata bene, ma ho preso uno spavento incredibile. Tra l'altro é una cosa rara, che anche il mio pediatra, ormai prossimo alla pensione, aveva visto solo un'altra volta nella sua carriera.

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche mammelle 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Pediatria?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.