Il recupero del solo testicolo sinistro, che riportato

mio marito è stato operato da bambino (6 anni circa) per criptorchidismo bilaterale, con il recupero del solo testicolo sinistro, che riportato in sede si è sviluppato, a detta dei vari controlli effettuati, normalmente. c'è una qualche speranza di un concepimento naturale e se si in che percentuale?
oppure ci dobbiamo rivolgere direttamente ad un centro specializzato in procreazione assistita, senza esitare in inutili tentativi naturali??? in questo caso dove nelle Marche?
[#1]
Dr. Antonio Giambersio Andrologo, Endocrinologo 816 21
Gentile Utente,
la prima cosa da fare è una visita Andrologica ed un Esame del Liquido Seminale. Solo in questo modo si potrà conoscere se sono presenti alterazioni che diminuiscono la fertilità di Suo marito.
Consideri che il solo testicolo sinistro potrebbe, da solo, essere sufficiente a garantire una adeguata produzione di spermatozoi.
Ci tenga al corrente.
Cordiali saluti

Dr. A. GIAMBERSIO
www.ambulatoriodiandrologia.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Caro dott. Giambersio,
mio marito nutre una vera e propria avversione verso qualsiasi medico, forse a causa dei continui controlli in età infantile ed adolescenziale per il noto problema,; quindi si oppone a qualsiasi tipo di analisi preventiva. Sostiene che non avendo ancora effettuato alcun “esperimento procreativo” mi sto fasciando la testa prima di essermela rotta; anzi siamo al punto da considerarmi psicotica. Il problema è che, avendo atteso tanto prima di poterci “permettere” questo figlio, ora la paura di non poterlo avere è tanta. Dunque non potendo contare sulla collaborazione di mio marito in merito ad indagini preventive, volevo conoscere in termini puramente percentuali l’incidenza di sterilità in caso di criptorchidismo, per capire se effettivamente la sua ostinata ritrosia ad una visita andrologica porterà ad attendere ancora inutilmente mesi e mesi o se comunque il quadro catastrofico delineato dai vari forum in merito all’argomento non è poi così drammatico e solo una parte di soggetti criptorchidi hanno, in realtà, problemi di infertilità.

Ringraziandola fin d’ora per la pazienza e l’attenzione dedicatami, la saluto cordialmente
[#3]
Dr. Antonio Giambersio Andrologo, Endocrinologo 816 21
Gentile Signora,
se Suo marito, per motivi comprensibili o meno, non vuole sottoporsi ad alcun controllo medico e/o di laboratorio, purtroppo non vedo alcuna maniera per rispondere alla Sua legittima domanda, nè
d'altra parte vedo per voi la eventuale possibilità di accedere ad un protocollo di procreazione assistita che comporta l'esecuzione, come è facilmente intuibile, di numerose indagini prelimiari sia per
l'uomo che per la donna. D'altronde il dato che il criptorchidismo sia frequentemente causa di sub-fertilità specie se bilaterale è a
Lei ben noto (al di là di ogni numero statistico); inoltre il criptorchismo, specie se bilaterale, può
presentarsi in altre sindromi che vanno clinicamente escluse. Di queste problematiche ne parli
con serenità con Suo marito e vedrà che riuscirà a trovare una
soluzione condivisa su questo importante argomento di vita comune.
Cordiali saluti
[#4]
Dr. Giuseppe Benedetto Urologo, Andrologo 2,7k 15
sono daccordo con il collega

dr Giuseppe Benedetto
www.giuseppebenedetto.netfirms.com

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio