Tempi di guarigione del taglio del frenulo

Salve sono un ragazzo di 28 anni, pochi giorni fà, durante il rapporto sessuale avuto con la mia ragazza, ho sentito e visto che il frenulo del pene riportava un taglio e una grande fuori uscita di sangue, ma no la rottura...come letto nei vari form, mi sono recapitato dal mio medico di fiducia, consigliandomi di prenotare una visita chirurgica per il taglio del frenulo, visto che ormai il problema si presenterà sempre...Ora mi chiedevo quali saranno i tempi di guarigione dopo questo piccolissimo intervento?e cosa cambierà, ci sarà un calo di sensibilità? o cosa? Vi ringrazio della gentile attenzione sin da ora. Distinti saluti.
[#1]
Dr. Giuseppe Maio Urologo, Andrologo 670 23
Caro Lettore,
intanto va precisato che nel suo caso si è verificata classicamente la rottura o lacerazione del frenulo.
Visto il rischio di nuove lacerazioni come da lei giustamente temuto è necessario eseguire un intervento di frenulopastica che ha 2 obiettivi: allungamento del frenulo e prevenzione di ulteriori rotture.
I tempi di recupero dopo questo intervento sono di 7-15gg anche se esiste una fase successiva di durata variabile in cui c'è una sensibilità accentuata sulla parte.
Cordiali saluti
[#2]
Dr. Patrizio Vicini Urologo, Chirurgo plastico, Andrologo 1,5k 39 14
Caro lettore
la frenulotomia per frenulo brevis è un intervento ambulatoriale eseguito con anestesia locale, il recupero è rapido, in genere dall'attività sessuale bisogna astenersi per 4 settimane

Cordiali saluti
Dott. Patrizio Vicini
www.patriziovicini.it

Dott. Patrizio Vicini
www.patriziovicini.it
www.chirurgia-plasticaestetica.com
Roma

[#3]
Dr. Giuseppe Maio Urologo, Andrologo 670 23
CHIARIMENTO: Per tempi di recupero intendevo i tempi di guarigione della ferita ed il distacco dei punti. Il tempo di recupero generale è ovviamento immediato.
[#4]
Dr. Daniele Masala Urologo, Andrologo 2,3k 52
la guarigione dopo lacerazione traumatica del frenulo è un fatto generalmente spontaneo che però non è dato sapere entro quanto tempo si verifichi. Peraltro la cosa va monitorata anche dopo la guarigione perchè essa spesso esita in una eccessiva fibrotizzazione del tessuto che può determinare problemi locali. E' dunque opportuno che lei si faccia visitare dal un collega urologo nella sua zona di residenza.

Cordiali saluti,
dott. Daniele Masala.
Dirigente Medico Urologo UOC Urologia Pozzuoli
Perfezionato in Andrologia

[#5]
Prof. Giovanni Martino Andrologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente 4,3k 23
Gentile Utente,
consulti ovviamente il Suo Chirurgo di fiducia, ma tenga presente che la guarigione chirurgica dopo frenulotomia non supera quasi mai i 15 giorni. Ove ciò accadesse è probabile che sia insorto qualche problema, se non altro di "riassorbimento" spontaneo del materiale di sutura. Se per guarigione Lei intendeva invece i tempi tecnici idonei alla ripresa dell'attività sessuale penetrativa...beh diciamo 20 giorni :). Per quell masturbatoria i tempi sono molto più brevi.
Ci tenga informati se lo ritiene utile ed opportuno.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO

Prof. Giovanni MARTINO
giovanni.martino@uniroma1.it

[#6]
dopo
Utente
Utente
Vi ringrazio, gentilissimi dottori, per le risposte date, volevo aggiungere che le mie domande si riferivano all'attività sessuale, quindi al recuporo totale... A giorni farò l'intervento di frenulotomia, per la recisione del frenulo.
Navigando ho letto che la medicazione può essere fatta anche a casa, mi chiedevo che tipo di pomata dovrei usare? una pomata di cicatrizzazione? E poi, pratico sport, precisamente nuoto, devo evitare di andare in piscina? Perderò un pò la sensibilità al pene?rispetto a prima? Insomma cambierà qualcosa? Anche esteticamente?.Molti ne parlano ma sono molto vaghi...
Grazie per la Vostra attenzione. Cordiali saluti
[#7]
Prof. Giovanni Martino Andrologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente 4,3k 23
Gentile Utente,
lecite le Sue domande. Visto che la procedura di frenulotomia avverrà in anestesia locale, potrà chiedere tutto al Suo Chirurgo di fiducia...anche mentre La sta operando :)
Ci tenga informati dell’evoluzione del storia clinica, se lo desidera.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#8]
Dr. Giuseppe Maio Urologo, Andrologo 670 23
Il suo chirurgo le spiegherà certamente tutto.
A scopo informativo è opportuno non entrare in piscina fino a guarigione con caduta dei punti per evitare infezioni; non perderà sensibilità e generalmente l'aspetto estetico migliora dopo intervento.

Stia tranquillo.
Cordiali saluti

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test