Utente 477XXX
Salve volevo chiedere un parere riguardo una situazione successa in seguito ad un arresto cardiaco con mancanza di ossigeno al cervello di 10 minuti dopo 6 giorni di coma si e svegliato e dopo alcuni giorni ha aperto gli occhi, ascolta I comandi fa la tosse spontaneamente, non deglutisce e non parla dicono che e stabile riguardo questa situazione puo' recuperare? Grazie ancora

[#1] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Buonasera. Risponderle è davvero difficile con i pochi dati a disposizione. La ripresa neurologica completa dopo un arresto cardiaco di 10 minuti è davvero una cosa non comune. Incidono troppi fattori che non conosco per poter essere più preciso. Anche l'assistenza dopo, in ospedale, incide in modo significativo, l'eventuale esecuzione di ipotermia, ecc. sono tutti fattori determinanti.
Comunque, lo stato di vigilanza neurologica è già di per se un buon risultato anche se i disturbi di deglutizione stanno a dimostrare un danno di notevole entità.
In questi casi è solo il tempo che può dire in modo conclusivo quale è stato il danno effettivo.
Mi spiace non poter essere più preciso, ma definire un recupero dopo arresto cardiaco prolungato è davvero un problema non da poco.
Dr. GUIDO GUASTI

[#2] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Egr. signore,
fermo restando che condivido quanto scritto dal collega che mi ha preceduto, mi permetto di intervenire per chiedere alcune informazioni.
I 10 minuti di arresto sono reali o, come suppongo, approssimativi ?
L'arresto si è vertificato durante un intervento chirurgico o in altre situazioni e per altre cause ?
Nel primo caso basterebbe consultare il cartellino anestesiologico dove è documentato il tempo di durata dell'arresto cardiaco.

Grazie
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#3] dopo  
Utente 477XXX

Grazie per avermi risposto e' successo in sala operatoria prima di un intervento chirurgico in seguito ad una somministrazione di un antibiotico questo e quello che so' attualmente oltre a rispondere ai comandi, tosse, alza un po' le braccia prima aveva problemi a deglutire l'acqua adesso riesce a deglutire cerca di comunicare pero' il linguaggio non e' chiaro volevo chiedervi se con la riabilitazione ci saranno dei miglioramenti

[#4] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Mi sembra alquanto improbabile che un antibiotico possa provocare un arresto cardiaco.
Comunque da quanto scrive, sembra che le condizioni del paziente siano confortanti.
Bisogna eseguire una TC o una RM per documentare eventuali lesioni, come per esempio una ischemia nella zona cerebrale deputata alla parola e la sua estensione.
Se il danno dovesse essere solo una afasia e la lesione non dovesse essere molto estesa, cicli di logopedia potrebbero essere abbastanza efficaci.
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#5] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Causa e tempo di arresto sono indubbiamente importanti. Ma ora ciò che conta è il risultato, cioè la clinica. Mi sembra che la situazione stia migliorando. Ci vorrà pazienza e tempo per avere un responso definitivo. Non la vedo così male.
La saluto
Dr. GUIDO GUASTI

[#6] dopo  
Utente 477XXX

giustamente lo o che occorre tempo la causa è stata per come detto da loro alla somministrazione di un antibiotico che ha avuto reazione allergica e ha causato arresto cardiaco per come dicono sono stati 10 minuti che il cervello non ha ricevuto ossigeno altro non sò

[#7] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Immaginavo fosse stato una reazione anafilattica. In bocca al lupo.
Buon pomeriggio
Dr. GUIDO GUASTI