Utente
Buonasera, sono un soggetto di 22 anni, normopeso, nessun precedente familiare per problemi cardiaci, seguo una sana alimentazione e non ho abitudini dannose.
Tutti gli esami fatti finora (ecg, eco, analisi del sangue, ecg sotto sforzo l'ultima un paio d'anni fa).
Pongo questa domanda perché trovo che ci sia molta disinformazione nel ruolo che lo sport gioca nella prevenzione cardiovascolare.
Io personalmente non amo sfiancarmi fino al limite, ma preferisco muovermi tutti i giorni (tranne la domenica) per 30/40 minuti alternando camminate veloci a esercizi di forza muscolare a casa (tutto sempre a corpo libero).
Tuttavia, essendo un'attività di intensità moderata, ho notato che alla fine dell'allenamento non sono molto stanco e i battiti raramente superano i 100 battiti, mai i 110.
Volevo chiedere se potesse andare bene così (quindi allenamento leggero, ma quotidiano) associato ad uno stile di vita sano, per avere una buona prevenzione cardiovascolare, o se invece dovessi fare qualche sforzo in più?

Grazie anticipatamente.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
no, va benissimo cosi'

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Perfetto, la ringrazio. Ne approfitto giusto per chiederle se (visto che svolgo attività fisica quotidiana, seppur in maniera moderata) sia comunque necessario fare un ecg da sforzo, o bastano ecg ed eco? Quelli fatti in precedenza per l'idoneità sportiva non hanno mai dato alcun problema.
Grazie e buona serata.