Utente
Mia moglie, ora 58enne, 10 anni fa fu sottoposta ad isterectomia per carcinoma ovarico, poi trattata con chemioterapia.
Tre anni fa con un'ecografia fu scoperto un calcolo al fegato.
Un anno fa, il 25 agosto, di notte si sentì male ed i dottori al pronto soccorso pensarono trattarsi della colecisti ed invece il giorno dopo fu operata d'urgenza per LAPAROCELE con plastica.
Ora, essendo insorte due ernie addominali, ha eseguito una TAC dell'addome completo che cita: "si conferma, in regione sopraombelicare, la presenza di una porta erniaria con erniazione di colon traverso, con diametro latero-laterale della porta erniaria di poco inferiore ai 5 cm. Ulteriore più piccola erniazione mediana paramediana sinistra al di sotto della precedente, con porta erniaria valutabile in circa 3, 6 cm. "
Il chirurgo ha ora suggerito un intervento con apposizione di rete contenitiva.
2 domande:
1) l'intervento può essere eseguito con i "buchi" senza riaprire la cicatrice preesistente?
2) le reti devono essere due o ne basta una grande?

Grazie!

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, l'approccio chirurgico può consigliarlo solo il chirurgo che la visiterà, l'importante che abbia nella sua esperienza chirurgica entrambe le tecniche. Solitamente una sola rete più grande è sufficiente a riparare entrambi i difetti.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza