Utente 158XXX
Salve, sono una donna di 30 anni che da sempre ha problemi di amenorrea.Poichè desidero una gravidanza il ginecologo mi ha prescritto per tre mesi la pillola per correggere alcune squilibri ormonali rilevati.Prima di iniziare la pillola ho effettuato varie analisi tra cui ptt e fibrinogeno ed entrambi sono risultati alterati: ptt 47 con valore fino a 35 e fibrinogeno 4.6 con valore fino a 4.0.Tutti gli altri esami quali pt inr proteina s e proteina c oltre ad esami del fegato emocromo glicemia ecc sono risultati nella norma.
Premetto che in passato ho eseguito varie volte questi esami senza riscontrare anomalie.Ora dovrò ripeterli ed essendo un soggetto molto sensibile ed alquanto ipocondriaco sono terrorizzata anche perchè dovrei interrompere la terapia necessaria per la ricercata gravidanza.Da cosa può dipendere quest'alterazione?Anche da un errore del laboratorio?Può essere utile ripeterle presso un altro laboratorio?Grazie mille pr l'attenzione

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Occorre fare uno screening completo della coagulazione comprendente anche i fattori ed aventuali mutazioni , altrimenti sulla base di un solo valore alterato non si può dire nulla; tra l'altro io ripeterei l'esame presso altro laboratorio
Un saluto

A. Baraldi