Utente 249XXX
operata nel 1995 per un Ka papillifero della tiroide e nel 2002 per un lobulare infiltrante della mammella, avevo sempre dosato solo i markers specifici (TG, CEA, CA15.3, CA125) sempre piuttosto bassi sino al giugno 2011 quando per le indagini inerenti due cistoadenomi sierosi mi è stato prescritto anche il ca 19.9 che aveva un valore di 28.9 ( range 0,0-37,0). Ripetuti tali esami nel febbraio 2013 tutti gli altri marcatori si sono abbassati ancora, compreso il CEA, mentre il CA 19.9 si è alzato fino a raggiungere il valore di 53,7 ( range 0,0-37,0).
Il medico di base e il nutrizionista, anche alla luce del colon irritabile da cui sono afflitta e alla negatività di una recente RMN consigliano di attendere due mesi e poi ripetere l'esame, ma io non son molto tranquilla. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Concordo con quanto le è stato detto ; tra l'altro i marcatori tumorali dovrebbero essere richiesti in sede di follow up per malati operati di tumore per vedere se ci sia comparsa, nel periodo post operatorio e nel tempo, di metastasi o ripresa del tumore. Se lo si fa di routine ci possono essere molte situazioni in cui il marcatore aumenta senza che ci sia alcun tumore.

Nella fattispecie il CA 19 9 è il marcatore più utile per il tumore pancreatico, ma può essere usato anche per tumori del colon-retto in associazione con il CEA, delle vie biliari e dello stomaco.


Un saluto

A. Baraldi