Utente
Buongiorno.
Sono una ragazza di 27 anni e da un paio di settimane ho trovato 2 linfonodi ingrossati non dolenti senza sintomi, a detta del medico si tratta di linfonodi reattivi, ho eseguito una rx torace che non ha identificato niente di anomalo e degli esami del sangue, da cui non è emerso niente di particolare, di seguito allego valori.
Ho in programma per oggi ecografia per i linfonodi.
Riconosco di essermi agitata molto per questo problema e da quando ho avvertito i linfonodi ingrossati ho iniziato ad avere problemi intestinali, la prima volta feci marrone chiaro e "grasse", successivamente ho avuto per 3-4 giorni problemi di stipsi, ho dovuto agire anche manualmente, le poche feci erano di colore normale o marrone scuro (non nere, e senza presenza di sangue) una volta tendenti al verde, ma l'ho attribuito all'aver mangiato spinaci anche perchè erano presenti residui di foglie, ieri sono andata in bagno una volta e le feci erano di colore e forma normale, oggi sono andata in bagno senza particolari difficoltà però le feci erano molto chiare ed ho trovato molti semi e pezzi di verdure, nello specifico pezzi di olive non digeriti.
Nei giorni di stipsi ho avuto crampi all'addome, ed in generale borborigmi e leggeri fastidi nella parte alta dell'addome in zona fegato/pancreas, ma non credo potrei definirli dolori.
In generale nessun dolore vero e proprio neanche alla palpazione.
Le urine sono sempre rimaste di colore normale.
Per i linfonodi ho assunto Oki per un periodo di 5 giorni per due volte al giorno.
Potrebbe trattarsi di problemi legati all'ansia e colon irritabile o c'è da sospettare qualche problema più grave?
Prima di avere i linfonodi ingrossati ho avuto per un giorno un dolore nella parte laterale sinistra dell'addome che scendeva verso il basso, credo al colon.
Non ho quasi mai avuto problemi In passato ogni tanto ho avuto diarrea, ma quasi mai stipsi e crampi.

Globuli rossi 4, 45 milioni/mm
Emoglobina 13, 6 g/dl
Ematocrito 43, 7 %
MCV 98, 2 f/L
MCH 30, 6 pg
MCHC 31, 1 g/dl
RDW-SD 43, 6 f/L
RDW-CV 12, 4 %
PIASTRINE 186 mila/mmc
MPV 10, 2 f/L
P-LCR 25, 8 %
PDW 11, 4 f/L
PCT 0, 19%
GLOBULI BIANCHI 5, 80 mila/mmc
NEUTROFILI 62, 1 %
LINFOCITI 29, 1 %
MONOCITI 6, 2 %
EOSINOFILI 2, 1 %
BASOFILI 0, 5 %
NEUTROFILI 3, 6 mila/mmc
LINFOCITI 1, 69 mila/mmc
MONOCITI 0, 36 mila/mmc
EOSINOFILI 0, 12 mila/mmc
BASOFILI 0, 03 mila/mmc
FIBRINOGENO 350 mg/dl
SODIO 146, 00 mEq/l
POTASSIO 4, 51 mEq/l
CREATININA 0, 91mg/dl
TSH REFLEX TSH ORMONE TIREOTROPO 2, 08 mUl/ml
VES 1^ ORA 5 2^ ORA 15 INDICE DI KATZ 6, 25
PROTEINA C REATTIVA 0, 40 mg/dl
CITOMEGALOVIRUS ABS IgG Anticorpi anti citomegalovirus 0, 500 Ul/ml
CITOMEGALOVIRUS ABS IgM 0, 300 U/ml

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) non dice dove sono i linfonodi
2) non vedo nulla di animali nel suo racconto se non tanta ansia.
3) trovare pezzi di cibo visibili nelle feci indica esclusivamente una masticazione frettolosa.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia