Utente 288XXX
Salve,
Scrivo per la seconda volta sul vostro portale perchè vorrei alcune rassicurazioni.
Circa un mese fa ho avuto la mononucleosi e ho deciso di farmi ricoverare presso il reparto Malattie Infettive dell'Ospedale, dove ho avuto fatti tutti gli accertamenti (ecografia, rx, tampone, etc.).
Una volta dimesso ho continuato la cura di Zitromax 500, dopo 15 giorni sono tornato in ospedale per l'ecografia di controllo all'addome e la milza stava pian piano ritornando normale (12,2 cm) quindi ho iniziato a frequentare nuovamente le scuola prestando attenzione a non fare particolari sforzi.
Passato circa un mese dall'ultima visita descritta sopra senza pensarci ho fatto giusto 6 addominali A FREDDO E SENZA RISCALDAMENTO (Subito interrotti una volta pensato alla milza).
2 giorni dopo ho iniziato a riscontare dolori addominali simili a quelli di uno "strappo muscolare" all'altezza dell'ombelico che si propogano in entrambi i fianchi, sopratutto su quello sinistro già solo all'atto di alzarmi dal letto (Non persistenti ne molto dolorosi) ed a volte sento delle leggere contrazioni (Della durata di 1 secondo e pure meno) in entrambi i fianchi come se qualcuno tirasse i muscoli dall'interno.
Ho deciso di recarmi al pronto soccorso presentando la vecchia ecografia rilasciatami e mi è stata praticata una palpazione dell'addome e dell'inguine in varie zone senza che provassi alcun fastidio / dolore al tatto, mi hanno quindi fatto un'ecografia all'addome e non è stato riscontrato alcun versamento / irregolarità se non il fatto che la milza risultasse di DL 14,4 cm e quindi aumentata di 2 cm circa.
Sono tornato a casa ed il giorno dopo mi sono recato al reparto come mi è stato consigliato ed hanno quindi fatto un'altra ecografia con il loro "macchinario" riscontrando così che il DL della milza fosse di 13,0 cm e non 14,4, sono quindi tornato in pronto soccorso per un prelievo (emocromo) e nei risultati non c'è nulla di irregolare.
Da premettere che sono portatore sano della malattia mediterranea e sono alto circa 1,86 m per circa 80 kg di peso e come ha detto il medico del reparto M.I. ciò potrebbe influire sulle dimensiono dato che non siamo tutti uguali.
Sono quindi stato dimesso ma non ho chiesto purtroppo una spiegazione riguardo ai dolori, ho letto sul web dei famosi "DOMS" e mi sono un po' rasserenato.
Ciò che chiedo a voi Medici del portale è:
E' possibile che si tratti appunto dei DOMS?
Se ci sono danni alla milza come rotture e lesioni queste non dovevano essere visibili nelle 2 ecografie e/o nell'emocromo?
Con la milza rotta / lesionata non dovrei aver sentito dolori durante la "palpazione"?
E' possibile che la milza stia riducendo da un giorno all'altro per un versamento non visto nelle eco?
Ho cercato inoltre i sintomi della rottura della milza sul web ma non accuso nessuno di essi se non la sudorazione (non fredda comunque) che penso sia dovuta al mio stato d'ansia per questo problema (Tanto che nono ho dormito tutta la notte per la preoccupazione

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Sono d'accordo con lei,
per come descrive i suoi sintomi,
è possibile infatti che si tratti di "Indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata".

Visita medica + esami + reiterate ecografie avrebbero evidenziato un eventuale trauma di milza.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it