Utente 117XXX
Salve in attesa di poterle fare visionare al mio medico che è in ferie, spero possiate darmi un parere sulle mie analisi:
Tempo di protrombina 11,5 (11-15)
Attivita protrombinica 95,77 %(70-120)
INR 1 (0,70- 1,20)
Tempo di tromboplastina parziale
APTT 26 sec (24 - 39)
RATIO 0,87 (0,81 - 1,19)
FIBRINOGENO 655 (200 - 500)
ANTOTROMBINA III 37 (22 - 39)
PROTEINA S LIBERA 55,5 % (58 - 112)
RESIST. PROTEINA C ATT 2.8 ( maggiore 2.1)
Emoglobina 12,2 (12 - 18)
V.ematocrito HCT 35,5% (37 - 53)
MCV 74 (80-97)
MCH 25 (27 - 31)
MCHC 34 % (31,8 - 35,4)
RDW 12.7 (11,6 - 14.8)
PIASTRINE 264 ( 130 - 400)
Glucosio 107 (60 - 110)
Creatinina 0.7 (0.6 - 1.4)

Ho letto che il fibrinogeno alto porta alla trombosi ed è legato all uso della pillola anticoncezionale che prendo da diversi anni. Potrò vedere il medico solo la prossima settimana...intanto è consigliabile che smetta la pillola? Grazie mille

[#1]  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Utente,
sarebbe utile sapere perchè le abiano prescritto alcuni degli esami per la trombofilia.
Ha precedenti in famiglia di episodi di tromboembolismo o li ha avuti lei?
Ad ogni modo è da segnalare una iperfibrinogenemia, che tuttavia potrebbe dipendere da una infiammazione in corso dato che il fibrinogeno è un indice di flogosi (o di infiammazione) ed una Proteina S libera leggermente sotto il minimo del range di riferimento.
Inoltre, ancorchè lei non sia anemica, ha un basso MVC, cioè dei globuli rossi piccoli e un basso MCH.
Ovviamente non ha riportato altri dati, compreso il munero totale dei rossi, e quindi il mio consulto è limitato.
Intanto sarebbe bene, mi riferisco alla trombofilia, completare il pannello con la ricerca del fattore V di Leiden, la Omocisteina, e la presenza di mutazioni della Protrombina. Ciò ripetendo anche gli esami già fatti, il tutto presso un laboratorio per le coagulopatie, se possibile e comunque presso un laboratorio differente.
Se non sono stati eseguiti valutare gli indici di flogosi (VES, PCR, frazioni C3 - C4 del Complemento, Mucoproteine, Ceruloplasmina, Protidemia totale ed EFP) ed eseguire un TAS, la ricerca del Fattore Reumatoide e la reazione di Waaler - Rose.
Per la sua microcitemia, a meno che lei non sappia di avere un trait talassemico, è importante valutare la sideremia, la Ferritina, la Transferrina con TIBC, la Folatemia e la Vit. B12.
Inoltre per escudere il già citato trait talassemico eseguire una elettroforesi dell'Emoglobina, alla portata di ogni laboratorio: esame molto banale ma molto utile.
Parli di tutto questo con il curante quando lo vedrà. Se vorrà, ovviamente.
Carissimi saluti,
Dott. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 117XXX

Dott. Caldarola intanto la ringrazio per la risposta.
Venendo alle sue domande, nessun episodio di tromboembolismo né a me né alla mia famiglia. La ginecologa mi ha prescritto quelle analisi per controllo prendendo da tanti anni la pillola. Sono sempre stata anemica a causa delle mestruazioni molto abbondanti, motivo per cui ho iniziato a prendere la pillola.
Se posso, appena rientro a casa, le scrivo gli altri dati delle analisi, compreso il numero totale dei rossi.
Grazie

[#3]  
44918

Cancellato nel 2018
Di nulla!
A presto,
Dott. Caldarola.