Utente 379XXX
Buongiorno,
scrivo per chiedere se l'intervento per la rimozione di melanoma pt1a dia diritto o meno secondo la vostra esperienza a qualche tipo di indennità di invalidità o meno.

Mi spiego, la mia compagna ha avuto la diagnosi di melanoma pt1a in situ ed infiltrante con i seguenti dati:
Lesione discromica piana e rilevata di circa 0,6 cm di diametro maggiore
Spessore: 0,35 Breslow
Regressione: presente, parziale
Ulcerazione: assente
Microsatellitosi: assente
Margini di escissione: indenni (distanza minore 4mm)
Mitosi: assente
Nevo melanocitario associato: presente, displastico
Infiltrazione vascolare: assente

Dopo il primo intervento è stata sottoposta a successivo intervento di exeresi senza linfonodo sentinella e ora è in follow up. Un patronato afferma per per neoplasie maligne in genere si abbia diritto ad indennità minima e sulla base di questo abbiamo fatto la visita in commissione medica che ha riconosciuto il caso come NON INVALIDO.

In casi del genere si ha diritto ad un' indennità secondo la vostra esperienza? O per melanomi pt1a con exeresi e follow up a 6 mesi non è mai stata concessa? Grazie mille per la vostra consulenza.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,
a mio parere la condizione di "invalido civile" presuppone una riduzione permanente della capacità lavorativa, che nel caso in questione al momento non mi pare sussistere.

Distinti Saluti.

Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]