Utente 914XXX
Buongiorno,
In seguito ad un incidete stradale sul mio motociclo ho riportato la frattura composta del capitello radiale dx. Tale frattura è stata erroneamente diagnosticata sia presso il pronto soccorso come una contusione (nonostante l'effettuazione della rx del gomito in due proiezioni) sia alla successiva vista ambulatoriale (avvenuta 10 gg dopo nella stessa struttura). Solo una successiva radiografia effettuata in privato sotto consiglio del mio medico di base (a cui lamentavo dolori sepre più forti) ha evidenziato la frattura e quindi la necessità dell'ingessatura dell'arto per 20 gg. Dopo la rimozione del gesso ho accusato dolori molto forti e impossibilità ad effettuare movimenti. Oggi, dopo 7 giorni dalla rimozione del gesso alla visita fisiatrica il medico mi ha comunicato che il capitello radiale si è fissato in una posizione non corretta diagnosticandomi deficit funzionale in flessione -30°, in estensione -20°, prononosupinazione ridotta di 3/4 e una marcata contrattura muscolare dell'avambraccio ed assegnandomi 1 ciclo di rieducazione motoria ed esercizi posturali (che a parer suo dovro ripetere quasi sicuramente).
Volevo sapere se situazioni di questo tipo conducono a danni bologici di entità elevata, se può esserne fatta una quantificazione approssimativa, e se la mancata immobilizzazione immediata dell'arto (con conseguente uso di antidolorifici) può aver compromesso e di quanto la riabilitazione.

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Andrea Mancini

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
ANCONA (AN)
CORINALDO (AN)
ALTIDONA (FM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gent.mo Utente 91483,
il suo caso merita un approfondimento di certo ma anche della visione diretta dei radiogrammi e delle date di tutti i suoi accertamenti.
Credo sia indispensabile che Lei si rivolga ad uno specialista in medicina legale il quale esamini il suo carteggio.
La invito a considerare il fatto che le fratture, se non francamente scomposte o frammentate, a volte non sono conoscibili nei primi radiogrammi (a botta calda come diceva mia nonna) per cui, dopo, siamo tutti bravi...
Buona riabilitazione
Andrea dott. Mancini
Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni

[#2] dopo  
Utente 914XXX

Gent.mo dott. Mancini,
la ringrazio per la cortese consulenza. Voglio precisare che non intendo intraprendere alcuna azione contro i medici che hanno sbagliato la diagnosi in quanto oltre ad essere stati molto cortesi nei miei confroni proprio mentre mi vistavano sono stati 'distratti' da urgenze di carattere estremo (proprio in quel momento sono arrivati due pazineti in condizioni disperate).
Volevo chiedere se la consulenza medico legale sia opportuna effetuarla adesso (ancora sotto cure fisioterapiche) o a cure terminate in modo da determinare eventuali danni residui.

ancora grazie e buon lavoro