L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 847XXX
salve a tutti. io avevo riscontrato nel 1996 la mononucleosi e ho chiesto al mio medico, visto che volevo fare gli esami del sangue,di fare anche quelli per la mononucleosi perche' ogni tanto mi si ingrossano le ghiandole della gola e mi fa male a deglutire e girare il collo questo cica ogni 3/4 mesi senza regolarita' pero' magari passa o piu' tempo o meno dipende da non so cosa.premetto di non aver mai fatto nessuna cura. questi son i risultati che ne dite?citimegalovirus igG 4.9 >0.6 positivo,citomegalovirus igM <8,0 <15 negativo,epstein barr ebv igM <10 <20 negativo,epstein barr vca igG 636 >20 positivo,epstein barr ebna igG 93,5 >20 positivo grazie resto in attesa di risposta.

[#1] dopo  
10161

Cancellato nel 2009

Molte possono essere le cause che provocano l’ingrossamento dei linfonodi del collo, non solo il Virus di Epstein Barr, ma anche altri agenti patogeni, possono essere interessati; queste vanno ricercate attentamente,valutando tutte le possibilità e le varie connessioni che esistono con altri organi. Considerata la anamnesi e le caratteristiche del virus di Epstein Barr, potrebbe essere lui il responsabile.
In questa ricerca, l’utilizzo dell’Eletroagopuntura, EAV, viene in aiuto del medico che ha la possibilità, in tempo reale, di poter analizzare, attraverso i punti di agopuntura, l’organismo nel suo insieme e giungere alle cause che hanno determinato i sintomi, “ogni tanto mi si ingrossano le ghiandole della gola e mi fa male a deglutire e girare il collo questo cica ogni 3/4 mesi senza regolarita' pero' magari passa o piu' tempo o meno dipende da non so cosa.” potendo eseguire correlazioni con gli altri organi. L’EAV è forse la via migliore e più specifica per andare a scoprire le cause degli stati di malattia dei sintomi vaghi ed aspecifici, ma che conducono sempre alla individuazione di una alterazione delle capacità di regolazione premorbosa, costituendo un esame di primo livello, a cui far seguire esami più approfonditi, rivolti effettivamente alle problematiche presentate dalla persona in esame.
Il dottor Voll, ha assegnato ad ogni punto dell’agopuntura classica una specifica corrispondenza con gli organi o parti di questi, ha disegnato tutti i rapporti di quel punto con l’organo corrispondente, così è possibile, analizzando la risposta in quel punto specifico, insieme agli altri, conoscere lo stato di quella parte corrispondente, se è infiammata, in degenerazione o normale.
Così analizzando il vaso linfatico sussistono punti specifici per il suo problema, come il punto di controllo per le tonsille dell’arco del Waldeyer, il punto di misurazione della tonsilla tubarica e dei linfonodi laterocervicali, del deflusso linfatico di mascella e mandibola, per cui è possibile controllare i denti, deflusso linfatico di laringe e ipofaringe; così mano, mano, seguendo le indicazioni fornite dal dottor Voll, confrontando la risposta dei punti con i prodotti omeopatizzati nelle varie diluizioni, degli agenti patogeni che possono essere presenti in quei linfonodi, gli organo terapici, i farmaci omeopatici, è possibile giungere alla determinazione degli agenti patogeni presenti, come l’Epstein Barr, di cui è possibile avere le varie diluizioni omeopatiche, eseguire le correlazioni con gli altri punti corrispondenti ai vari organi, giungere alle cause, alla terapia necessaria per ristabilire quell’equilibrio del suo organismo alterato, per riportarlo al suo funzionamento regolare e fisiologico, rendere regolari quelle “ghiandole della gola”.



Alberto Moschini
alberto.moschini@fastwebnet.it