Utente 245XXX
Buongiorno

Vorrei un consulto per cortesia;
Mio padre ha saputo da poco di avere un'insufficienza renale cronica,
ha 66anni è fumatore da almeno 50anni (+/- un pacchetto al giorno),
si abbuffa molto di pasta (frumento) con sughi e parmiggiano a volte mangia pizze surgelate o spuntini prima di andare a dormire; non fa mai attività fisica;
non beve a parte un bicchiere di vino ai pasti (sporadicamente).
ha subito un'angioplastica 6anni fà per un'occlusione di una vena (occlusa oltre il 90%)
e ora prende un sacco di pastiglie anche per regolare la pressione.
in questi giorni stà facendo e rifacendo esami.
Volevo chiedervi:
è possibile uscirne? o perlomento si può evitare la dialisi e trapianto? oppure
è un normale itinero che prima o poi bisogna affrontare?

Ringrazio in anticipo
Cordiali saluti
Asso

[#1] dopo  
Dr. Piero Mignosi

24% attività
8% attualità
12% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gent.Utente,
in riferimento a quanto da Lei evidenziato, è da rilevare che la riferita IRC di cui sarebbe affetto Suo padre (sic!) non trova al momento possibilità di conferma non essendo riferiti i valori degli indici di funzionalità renale.
Per una corretta valutazione nefrologica sarebbe opportuno conoscere i valori dei seguenti esami: cratininemia, clearance della creatinina,azotemia,elettroliti sierici,uricemia,emocromo; sarebbe altresì utile integrare i predetti esami con Ecografia delle vie urinarie,per una valutazione morfologica dei reni.
Nell'ipotesi, comunque, da confermare che Suo padre sia realmente affetto da IRC è indubbio che un regime alimentare fatto di "abbuffate", come da Lei riferito, sia assolumente da evitare. Conosciuti i valori degli indici di funzionalità renale si potrà, ove necessario, iniziare un trattamento dietetico conservativo per il quale potrà rivolgersi al Suo nefrologo di riferimento.
Distinti saluti
Dr.PIERO MIGNOSI
Specialista in Nefrologia
U.O.S.D. Nefrologia e Dialisi - Policlinico di Palermo

[#2] dopo  
Utente 245XXX

Dott. Piero Mignosi

La ringrazio della sua risposta tempestiva,

Cordiali saluti e buon lavoro
Asso