Utente 929XXX
Buonasera,

da molto, molto tempo ormai mi sveglio con un lieve dolore (talvolta più fastidioso, altre volte meno) alla bassa zona lombare che sparisce dopo qualche minuto non appena, alzatomi, mi reco ad urinare. In occasione di una visita ortopedica ho fatto presente il problema e il medico ha ipotizzato un lieve mal di schiena di origine posturale senza suggerire alcuna terapia.

Ieri mi sono svegliato spontaneamente a causa di una sensazione di nausea, mi sono recato in bagno e immediatamente dopo aver regolarmente urinato ho avuto uno svenimento. Sono caduto a terra in modo abbastanza violento, vi sono restato per qualche secondo e dopo aver realizzato l'accaduto mi sono rialzato. A quel punto ho sentito un forte stimolo alla defecazione e contemporaneamente ho iniziato a sudare copiosamente con un'intensa sensazione di debolezza e di freddo. Dopo pochi istanti mi sono ripreso, ho provato a mangiare qualcosa ma la sensazione di inappetenza me l'ha impedito. Nell'arco di poche ore mi è salita la febbre che in serata ha raggiunto 38,5° e durante tutto il giorno ho sentito un crescente dolore lombare, proprio sotto il costato e ai fianchi. Il dolore non è mai stato insopportabile ma a tratti fastidioso. In serata ho chiamato il medico di famiglia che mi ha "diagnosticato" un'influenza da trattare unicamente con Tachipirina.

Dopo una sola compressa del farmaco la febbre è sparita ed oggi, dopo tutto il giorno senza febbre la temperatura è risalita a solo 37,5° in serata mentre il dolore ai reni persiste. La minzione è regolare e non ho altri sintomi se non questo dolore ai reni e ai fianchi che a tratti si acutizza restando comunque sempre presente.

A che cosa può essere dovuto questo dolore lombare? Ritenete che siano necessari degli esami di approfondimento o una visita specialistica e se si in quale settore? Quali esami sono necessari per escludere problemi ai reni?

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Giovanotto,
quanto ci riferisce sia successo nella giornata di ieri ci pare assai facilmente in relazione con l'esordio di una sindrome influenzale. Lo svenimento è una manifestazione piuttosto clamorosa, comunque ancora compatibile con quello che in medicina viene riferito "riflesso vagale". A parte questo, i dolori lombari bilaterali e simmetrici quasi mai riconoscono una causa renale, poichè è veramente molto raro che entrambi i reni siano colpiti da qualcosa che porta dolore contemporaneamente. D'ogni modo, una semplice ecografia sarà in grado di dare informazioni sufficienti ad ecludere definitivamente ogni possibile dubbio. Ne parli con il suo medico curante. In base ai risultati si potranno valutare le indicazioni ad una eventuale visita urologica.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 929XXX

Grazie infinite per la risposta pronta e chiara.

Vorrei aggiungere che oggi ho trascorso tutta la giornata senza febbre tranne qualche decimo di grado di alterazione in serata. Invece si è manifestato per tutta la giornata un mal di testa anch'esso altalenante accompagnato da una continua sensazione di nausea e assenza di appetito. Il dolore alla schiena è migliorato fin quasi a sparire ogni qual volta ho assunto la posizione eretta per poi manifestarsi quasi subito appena sdraiato.

È comunque mia intenzione procedere con gli approfondimenti che mi ha consigliato.

Ancora grazie, un augurio di buon lavoro.