Utente 101XXX

Ho avuto un problema renale molti anni fa con infezione delle vie urinarie ma ben documentato e risolto, dove quasi la totalità del rene destro è divenuta esclusa.

Le analisi sono sempre risultate nella norma con creatinina che oscillava da 1.0 a 1.1 e azotemia in regola.
Ho notato che la clearance della creatinina negli ultimi tempi è scesa da 123 ml/min 10/2014 a 113 ml/min nel 12/2014 a 105,7 ml/min fatta ieri. Ma nelle analisi sempre Assenza di protenuria con elettroliti sempre normali.

Il mio problema sta nel fatto che soffro di prostatite cronica e quindi nell'ultimo anno ho utilizzato molti antifiammatori e antibiotici di vario genere.
Vorrei chiederle si questo calo è dovuto a questo, oppure al tipo di laboratorio. La raccolta delle 24 h è stata fatta quasi sempre in modo scrupoloso.


Le scrivo le ultime analisi complete fatte sulle urine.

Creatinina sangue 1.03 mg/dl

eGFR(Filtrato glomerulare stimato, equazione CKD-Epi) 96,34

Clearance della creatinina

-Creatinina urinaria 62,7 mg/dl
Creatnina serica 1,03 mg/dl
Diuresi 2.500 ml
Clearance della creatinina 105,7 ml/min Adulto 61-147

Protenuria delle 24 ore

Protenuria 6,8 mg/dl
Diuresi 2500 ml
Proteinuria 24 ore 0,17 g/24h fino a 0,30


In passato venivo sempre monitorato e feci più di 6 anni fa una scintigrafia renale per valutare il funzionamento in modo preciso di tutti e due i reni. E' il caso di ripeterla?

Grazie Mille.

[#1] dopo  
Dr. Remo Luciani

28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
egregio Utente,
la presenza di una condizione di monorene la espone alla iperfiltrazione glomerulare ed in tal senso un moniotraggio scrupoloso e tutta una serie di attenzioni,la proteggono dal peggioramento della funzione renale. L'assunzione di antiifiammatori non steroidei in una persona con un monorene funzionale,è una di quelle disattenzioni da evitare. Detti farmaci hanno una potente azione vasocostricce e vanno assunto con cautela.A ciò va correlato lo stato pressorio,lo stato di idratazione che vanno controllati in maniera scrupolosa. In merito alle nalaisi vi è un lievissimo calo della funzione che va ricontrollato nel tempo;sui controlli verrà valutata la necessità di scintigrafia renale.cordiali saluti
RL
Dr. Remo Luciani

[#2] dopo  
Utente 101XXX

Salve dottore sto assumendo dei medicinali e integratori per curare purtroppo il morbo di peyronie vorrei sapere se sono nefrotossici. Grazie

Gynko biloba
Propoli e mirtillo
Piascledine
Legalon Cardo mariano

e delle iniezioni di Trental 100 mg/5mg fiale 2 iniezioni al mese




[#3] dopo  
Dr. Giulio Malmusi

24% attività
16% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
SPILAMBERTO (MO)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2011
No i farmaci che ha elencato non sono nefrotossici
Dr. Giulio Malmusi

[#4] dopo  
Utente 101XXX

Dimenticavo dottore ho assunto per 6 mesi Dolaut spray 2 volte al di in maniera topica sul pene è nefrotossico?

[#5] dopo  
Dr. Giulio Malmusi

24% attività
16% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
SPILAMBERTO (MO)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2011
In teoria l'uso prolungato di antinfiammatori è sempre da evitare, la la quantità che può essere assorbita da parte di una zona di pelle non estesa è trascurabile.
Dr. Giulio Malmusi