Utente
Buongiorno sono una donna di 62 anni e gradirei gentilmente avere un consulto su quanto sto per elencare:
Esame RM CERVICALE e LOMBOSACRALE
Esame RM eseguito nelle sezioni assiali e sagittali (tecnica FRFSE, FLAIR e GR) nelle sequenze pesate in T1 e T2.
CERVICALE: scomparsa la fisiologica lordosi.
Note di spondilouncoartrosi.
A C4-C5 piccola ernia del disco posteriore mediana paramediana destra con note di osteofitosi somatica consensuale.
A C5-C6 altra, più voluminosa, ernia del disco posteriore paramediana sinistra.
A C6-C7 e C7-D1 protrusione discale con osteofitosi somatica marginale.
Canale vertebrale nei limiti per ampiezza.
Midollo cervicale privo di segnale patologico.
LOMBOSACRALE: scomparsa della fisiologica lordosi; trocoscoliosi destro convessa.
Alterazioni spondiloartrosiche.
Ad L2-L3 protrusione discale posteriore e reperto di ernia intraforaminale destra, concorre artropatia con sagittalizzazione delle faccette.
Ad L3-L4 riduzione segmentaria del diametro canalare e lieve anterolistesi su base degenerativa; concorre protusione discale posteriore; al riguardo utile studio RX dinamico per bilancio di steno instabilità.
Ad L4-L5 protrusione discale posteriore con impegno foraminale prevalente a destra ed osteofitosi somatica marginale.
Modesto bulging posteriore in L5-S1.
Cono midollare privo di segnale patologico.
I sintomi che avverto frequentemente sono: mal di testa, ansia, debolezza fisica, ed un forte prurito che parte dal collo sino a terminare sulle ultime dita della mano destra.
Ci sono in merito a quanto descritto sopra pareri contrastanti su quale sia la soluzione migliore da adottare; chi sostiene che dovrei convivere col dolore, cercando (senza ottenere però risultati) di alleviare il dolore facendo delle sedute di massaggi "Tecar" od indossando un collare o facendo laserterapie o altri tipi ti fisioterapie varie, e chi invece richiede d' urgenza il ricovero e il trattamento chirurgico.
Inoltre, non assumo medicinali di nessun genere per togliere l' infiammazione.
Vi prego, gentilmente, di farmi sapere al più presto un vostro parere in merito.
Nell' attesa porgo Distinti Saluti.
Grazie.

[#1]  
Egr. signore,
deve sapere che in Medicina o in Chirurgia è il paziente ad essere curato e non la sua lastra radiografica.
La patologia discoartrosica che emerge sia a livello cervicale che lombare ovviamente si esprimerà con sintomi e segni clinici che devono essere valutati direttamente dal medico, il quale, in base alla propria visita, ricaverà la diagnosi preminente e deciderà la conseguente terapia mirata, in questo caso, al livello vertebrale opportuno.

Cordiali saluti