Utente
Salve,

Avevo già richiesto un consulto online sul problema.
Qualche mese fa ho preso due forti botte a distanza di poco tempo alla tempia sinistra.
A distanza di tutto questo tempo, sulla tempia è ancora presente un piccolo rigonfiamento Molle e pulsante (quasi impercettibile ad occhio nudo, ma facilmente individuabile al tatto).

Il rigonfiamento sembra ingrandirsi alla sera, e quasi scompare al mattino (ma è sempre individuabile al tatto).

È totalmente indolore, ma soprattutto alla sera mi capita di avvertire una sensazione di pesantezza alla tempia.

L'esatta posizione è poco sopra l'occhio (all'altezza del sopracciglio) ed a sinistra verso la tempia, subito prima dell'attaccatura dei capelli.
Speravo che con il passare del tempo sarebbe scomparso.


Settimana prossime dovrei avere la visita Neurologica, ma leggendo su internet sono un po' preoccupato.
È possibile che sia qualcosa di grave dovuta ai traumi pregressi?


L'area risulta inoltre un po' arrossata, come se ci fosse un piccolo ematoma mai completamente riassorbito (ma ripeto, nessun dolore neanche al tatto)

Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Paziente,
rispondo ancora io alla sua richiesta di consulto. Se a distanza di tre mesi persiste questa tumefazione nella regione temporale, che ovviamente non è verificabile stavolta come anche la precedente attraverso un consulto online, allora è opportuno che proceda con delle indagini strumentali, ossia con una risonanza del cranio, che consentirà di definire la natura della tumefazione.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it