Utente cancellato
Salve, avevo scritto poco tempo fa per una macchietta rossa che mi era rimasta all'interno della palpebra inferiore in seguito ad un orzaiolo (il quale era guarito in pochi giorni senza problemi, era solo rimasto il rossore).
Ho effettuato una visita oculistica all'inizio del mese scorso, ed il mio oculista mi ha rasserenata dicendo che quel rossore non era nulla di preoccupante, che potevo serenamente truccarmi o indossare lenti, e l'unico problema era che l'orzaiolo poteva riacutizzarsi.
Bene, così è stato! A fine mese eccolo di nuovo. Ho fatto la terapia completa con tobradex come detto dal mio oculista (la prima volta lo avevo utilizzato solo un paio volte fino a scomparsa dei sintomi, stavolta l ho utilizzato per 4 giorni, 3 volte al giorno), l'orzaiolo è tranquillamente andato via e il rossore resta ancora lì.
In più stavolta ho spesso la sensazione di avere l'occhio secco, non è rosso ma lo percepisco sempre troppo asciutto, Cosa che riesco a risolvere con l'utilizzo di lacrime artificiali.
Inoltre il mio medico non mi ha neppure detto quale potrebbe essere la causa (seppure non patologica) di questo arrossamento che comunque stavolta sta creando più disagi dello scorso mese.
Che posso fare? Chiedere un'altra visita , aspettare che si risolva da sé (se si risolverà) e nel mentre continuare ad usare le lacrime artificiali per ridurre i disagi, provare qualche rimedio omeopatico sperando che risolva la situazione (non che creda molto nei metodi casalinghi, Ma nell'ultimo anno il mio occhio ne ha viste davvero di tutte i tipi...)
Grazie dell'attenzione!

[#1] dopo  
Dr. Ferdinando Munno

28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve purtroppo gli orzaioli sono spesso recidivanti, legati all'alimentazione scorretta, dunque fare esami del sangue specifici con assetto lipidico completo, valutare anche l'utilizzo di un occhiale, quindi visita oculistica completa.
se non vanno via si può valutare anche di inciderli chirurgicamente così da non farli comparire più.
Dr. Ferdinando Munno - Medico Chirurgo
Specialista in Oftalmologia
www.studiocarbonemunno.it