Utente 176XXX
Buongiorno,
mi rivolgo nuovamente al portale per chiedere informazioni riguardanti la predisposizione genetica ai tumori.
La storia è la seguente:
Mio nonno è morto a 55 anni per un tumore alla testa,
mia zia (la figlia) a 33 anni ha scoperto di avere un tumore al seno, operandola gli avevano asportato il seno destro e quasi tutti i tessuti compromessi fino all'ascella, a 39 anni il tumore ha preso un polmone ed è deceduta.
Qualche settimana fa è stata la volta di mio padre che ha raggiunto i suoi cari che l'hanno preceduto. 11 mesi fa per problemi allo stomaco recandosi in ospedale gli avevano diagnosticato: carcinoma peritoneale diffuso con metastasi epatiche al fegato da tumore antropilorico infiltrante la testa del pancreas ed il duodeno. E' morto anche lui a 55 anni come il padre.
Data la storia della famiglia e credendo che reperire informazioni su internet in blog e siti vari sia alquanto inadatto, mi sono rivolto a voi per un consulto.
Si può parlare di una predisposizione genetica?
E' il caso di fare controlli periodici?
Quale strada posso intrarprendere per poter vivere con un po' di tranquillità e far stare tranquille anche le persone a me care?
A quali tipi di esami posso sottopormi?

[#1] dopo  
Dr. Vito Barbieri

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
8% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
esistono alcune situazioni di familiarità neoplastica per le quali è nota una possibile ricerca genetica che può portare alla conferma eventuale della presenza di una alterazione genetica ereditaria nella famiglia.

La sua famiglia non è di quelle che rientrano con facilità, almeno dalle informazioni che riporta, in una "sindrome neoplastica ereditaria nota".
Tuttavia merita approfondimenti con un Counselling oncogenetico che va fatto in dettaglio di persona. Questo servizio è disponibile in alcuni centri sparsi per l'Italia, come quello in cui lavoro, ma mi permetto di citare come esempio il Policlinco di Modena come sede a lei vicina e con ampia esperienza nel settore.

Cordiali Saluti
Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro