Utente
sono stato operato 3 anni fa per osteocondrite.
5 mesi dopo l'operazione la risonanza ha riportato le misure della lesione, nelle precedenti non veniva riportata la lesone:"vasta lesione osteo condrale del bordo interno del domo astragaligo(diametri 16x9x7 mm).

il chirurgo ha fatto in artroscopia dei fori alla cartilagine e all'osso sottostante.il sangue avrebbe dovuto lubrificare un pò e portare alla formazione di un nuovo tessuto.

il chirurgo ha detto che l'operazione non è riuscita e non sono peggiorato.
secondo me un miglioramento anche se lievissimo c'era stato.

il fatto è che mi manca troppo lo stare bene, correre, giocare a calcetto con amici e a calcetto agonistico,ero nel vivaio di una squadra importante.
vorrei sapere se, sono stati fatti progressi a livello chirurgico, nel mio intervento parole del chirurgo:è "solo una sollecitazione, bisogna vedere come reagisce l'organismo". Il fatto è che ha fatto solo dei buchi,non ha messo nè cellule staminali nè altro,ci sono stati progressi in questi due anni?
posso fare attività e prendere antiffiammatori dopo l'attività o rovino molto la cartilagine che ho?

io ho provato in questo mese a fare sport e questo è l'esito :
sono uscito a corre le prime due volte senza troppi distubi,e stando BENE i giorni successivi.
terza volta disturbi venuti una SETTIMAnA dopo la corsetta e durati 4 giorni, quarta volta mi ha dato fastidio subito e non potevo correre,
quinta volta ho giocato a calcetto e:
-la caviglia mi ha dato fastidio ogni tanto durante la partitella ma non troppo e per poco tempo e sopportabile.
dopo la partita sono stato 2 giorni BENE e il terzo, quarto giorno con dolori.

[#1]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
12% attualità
16% socialità
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Gentile utente, purtroppo non ci sono ancora cure definitive per il consumo della cartilagine della caviglia, se non interventi molto demolitivi che devono essere evitati alla sua età. Personalmente ho trovato utili le infiltrazioni di acido ialuronico intraarticolari. C'è effettivamente chi usa le cellule staminali, ma sono interventi non standardizzati e senza un dimostrato risultato. Fossi in lei eviterei sport traumatici per la caviglia (potrebbe andare in bicicletta o nuotare) e cercherei di salvaguardare la caviglia per il futuro. Prendere antinfiammatori dopo l'attività fisica è la cosa peggiore che possa fare.
Cordialità.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it

[#2] dopo  
Utente
cosa danneggia della caviglia l'antinfiammatorio?
il mio ortopedico di fiducia quando mi ha fatto le infiltrazione le ha fatte sempre "centralmente" dice poi il liquido si muove da solo e va dappertutto è vero?non so dire che dose mi fa,è una fiala piccolina, vorrei provare con due fialette o non cambia niente aumentando il dosaggio?

[#3]  
Dr. Gianni Nucci

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
12% attualità
16% socialità
PISTOIA (PT)
MONTECATINI-TERME (PT)
LUCCA (LU)
FOLLONICA (GR)
FAENZA (RA)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Ha ragione il suo medico, le i filtrazioni si fanno da portali definiti. E basta una fiala, capisco la sua voglia di guarire ma le cose vanno fatte in un certo modo! L'antiinfiammatorio semplicemente maschera il dolore, e lei continua a usare una caviglia che le sta chiedendo tutt'altro, facendola consumare ancora di più. Cordiali saluti.
Gianni Nucci, MD
Chirurgo Ortopedico
Responsabile U.F. Ortopedia Santa Rita Hospital - Montecatini Terme
www.ilposturologo.it