Utente
Buongiorno,
da circa una settimana avverto un fischio (a volte anche più di uno) all'orecchio destro. Lo sento soprattutto quando c'è silenzio. Quando sono in mezzo ai rumori, anche solo con la televisione accesa, o per strada o quando parlo non lo sento, a meno che non mi concentro molto.
Sono una persona molto ansiosa e l'ultimo periodo è stato molto stressante (ho subito un intervento e ho preso un bello spavento). Il fischio in sé non sarebbe nemmeno tanto invalidante se non mi accompagnasse la paura che dietro questo fischio possa esserci una patologia grave come un tumore al cervello.
Non ho altri sintomi e soffro di cervicale.
Cosa mi consiglia?

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sicuramente, non si tratta di una grave patologia, stia tranquilla. Comunque, nel suo caso sarebbe utile una visita specialistica otorinolaringoiatrica con esame audiometrico tonale. Non penso che la cervicale possa essere la causa della sintomatologia.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio dottore. Ho fatto la visita audiometrica di cui parla lo scorso luglio, per via di un tappo di cerume che mi otturava l'orecchio. Dalla visita non è venuto fuori niente. Tutto assolutamente nella norma. Crede che dovrei ripeterla alla luce di questo nuovo disturbo?

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Penso proprio che sia utile anche per avere una diagnosi precisa.
Cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente
Gent. dottore,
ho eseguito come da lei consigliatomi la visita audiometrica ed è risultato tutto nella norma, a parte un inizio di otosclerosi all'orecchio destro che già sapevo di avere (tra l'altro mia madre e mio nonno hanno la stessa patologia).
Sotto consiglio dell'otorino ho anche eseguito una risonanza magnetica dell'encefalo, da cui è emersa solo una ipertrofia delle mucose dei turbinati nasali inferiori.
Nel frattempo l'acufene non si presenta più in maniera costante (o forse sono io che, essendomi tranquillizzata non lo avverto sempre?) e si sposta da un orecchio all'altro. L'otorino mi ha detto che, avendo escluso le patologie più gravi, dovrei imparare a conviverci e magari, da un momento all'altro, potrebbe passare da solo.
Ho un ultimo dubbio. Ho letto su internet che l'acufene potrebbe essere legato a patologie cardiovascolari (tipo restringimento della carotide o altro). E' necessario che io esegua qualche esame per escludere anche questo? Premetto che non sono fumatrice e ho sempre la pressione molto bassa.
La ringrazio ancora.

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Perché non pensare alla patologia otosclerotica quale causa dell'acufene? Ovviamente, la mia è solo una supposizione, non conoscendo personalmente il suo caso. Non penso necessiti di ulteriori accertamenti diagnostici. Per scrupolo, consulterei l'Odontoiatra per appurare se sussista una patologia a carico dell'articolazione temporo.mandibolare.
Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente
Intanto grazie per la risposta più che tempestiva. L'otorino mi aveva detto che poteva essere l'otosclerosi a causare l'acufene ma poiché nei giorni da destra si è spostato all'orecchio sinistro, che non è affetto da otosclerosi, avevo escluso questa possibilità.

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non la escluderei del tutto
Dr. Raffaello Brunori

[#8] dopo  
Utente
Mi scusi se torno a disturbarla ma avrei un altro dubbio da chiarire.
Purtroppo questo fischio sta peggiorando una condizione di ansia che già mi caratterizza da parecchi anni. Comincio a non dormirci la notte.
Ho notato che quando sto ferma nel letto il fischio sembra diminuire e come appena mi muovo o mi alzo o faccio qualche sforzo ho la sensazione che aumenti. Non potrebbe essere, questo, un indizio di un problema di circolazione, un problema vascolare? E se così fosse, non è rischioso (e per rischioso intendo un avvertimento di gravi patologie come ictus, aneurisma, malattie cardiache)?.
Sono veramente agitata.

[#9]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Io rimango sempre dell'idea che il sintomo sia collegato ad una patologia otosclerotica. Che poi ci sia anche un problema microcircolatorio. è possibile, ma cio' non è indice di gravi patologie, stia tranquilla.
Dr. Raffaello Brunori

[#10] dopo  
Utente
Grazie mille.