Utente
Salve, il 30/11/19 ho subito una frattura trifocale della piramide ossea (in particolare nella zona superiore), durante una partita di pallamano.
Dopo il colpo subito, la piramide era visibilmente storta.
Dopo raggi e vari controlli, il 03/12/19 sono stata operata in anestesia totale e dopo l’operazione ho tenuto i tamponi per una settimana e il gessetto per due.

Succede che nel momento in cui ho effettuato la rimozione ho iniziato a notare, oltre ad un difetto estetico della piramide storta che in questo caso passa in secondo piano, difetti a livello respiratorio.
Sostanzialmente credo di respirare soltanto da una narice (dx).
Ciò che mi spaventa di più è il fatto che la narice da cui respiro, all’interno è molto più larga rispetto alla seconda (visibile deviazione del setto sulla parte inferiore), anzi addirittura temo che possa essersi formato un buco all’interno se così si può definire. Ho la sensazione che si allarghi con il passare del tempo.

Mi chiedo come sia possibile che si sia creato questo problema e che io abbia questa deviazione evidente, dal momento che il mio unico problema iniziale era una frattura alla piramide ossea e leggerissima deviazione del setto (non nel punto citato pocanzi).
In poche parole, respiravo meglio prima dell’operazione. Nella mia ignoranza in materia chiedo, potrebbe essere stato causato, per esempio, da un cattivo posizionamento dei tamponi o delle placche? Non riesco a darmi pace.

Calcolando che sono passati 4-5 mesi e che la situazione sembri peggiorare, cosa mi consigliate di fare?
Ho effettuato già un controllo presso l’ospedale in cui mi sono operata, ma con scarsi risultati nel senso che non mi sono venuti molto incontro dicendo che si tratta semplicemente dell’esito del trauma.
Quindi in base alle loro parole, nel 2020 se subisci una frattura al naso c’è il rischio che tu possa avere problemi a vita?

Per favore, qualcuno mi chiarisca la situazione perché sono molto in pensiero.

Grazie mille

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Come ben puo' capire, senza un esame clinico, non sono in grado di dare una risposta al suo quesito. Potrebbe almeno qui riportare la descrizione dell'intervento risultante dalla cartella clinica che, immagino abbia richiesto e, quindi, in suo possesso?
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
L’unica cosa che c’è scritta è questa: RIDUZIONE E CONTENZIONE DI FRATTURA DELLE OSSA PROPRIE DEL NASO E SETTOPLASTICA IN AN. GENERALE.
Non trovo una descrizione più dettagliata sulla relazione clinica. Dovrebbe esserci?

La ringrazio

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Penso che sia stato fatto un intervento per ridurre la frattura delle ossa nasali ed abbiano corretto la deviazione del setto in modo provvisorio, diciamo a carattere d'urgenza. Il tutto, poi, si potrà sistemare con un altro intervento di settorinoplastica funzionale, in cui verrà corretta la deviazione del setto nasale esistente e la deformità della piramide nasale post-traumatica.
Dr. Raffaello Brunori