Utente 241XXX
salve,
sono mamma di una bambina di 2 anni e mezzo, premetto che lei l'anno scorso ha avuto la febbre una volta al mese e ha anche 2 ricoveri in ospedale per convulsioni, la bambina è da metà gennaio che non stà molto bene. All'inizio ha avuto febbre e il pediatra ha detto che era faringite, curata con panacef e tachipirina, passato dopo una decina di giorni ha avuto febbre, vomito e diarrea, curata con tachipirina, peridon e bustine per la diarrea. Sembrava tutto ok, ma mi sono accorta che la bambina si stancava facilmente, aveva meno appetito, sudava molto più, lamentava dolori alla pancia e misurando la temperatura era costantemente 36.5-37.3, ho consulatato il pediatra che facendole fare le analisi ha trovato u'infezione nelle vie urinarie, fatto l'urino cultura è venuto fuori:
BATTERIOLOGIA (AUTOSCAN 4 SIEMENS)
Esame culturale delle urine - antibiogramma
-Enterobacter species
(carica batterica : 700.000 Ufc/m)
Guardando l'anibiogramma mi ha consigliato la cura di 8 giorni con l'augmentin, ha fatto la cura e ho aspettato 15 giorni prima di ripetere le anlesi delle urine, e la bambina non sembra molto diversa da prima e presenta sempre gli stessi sintomi (innappetenza, febbricola,stanchezza). Stamani sono stata a ritirare le analisi e la risposta è:
aspetto: limpido
colore: vogel II
peso specifico: 1015
reazione(ph): 6.0
proteine: 3.0
mucopus: assente
glucosio: assente
corpi chetonici: assenti
urobilina: tracce fisiologiche
pigmenti biliari: assenti
pigmenti ematici: assenti
nitriti: aseenti

-rari leucociti
-pochi cristalli di acido urico

Gradirei avere un parere esterno, anche perchè non sono rimasta soddisfatta dalla risposta del pediatra, che mi ha liquidato dicendo solamente non ha nulla di che, quindi dalla sua risposta devo dedurre che c'è qualcosa e che non vuole approfondire, io mi rendo conto di essere magari apprensiva, ma non sono nemmeno riuscita a capire cosa sia quest'infezione che ha avuto e come mai dopo 8 giorni di antibiotici ancora ci siano dei leucociti nelle urine, e sinceramente mi preoccupo che ci sia ancora l'infezione. Infatti avevo anche pensato di rivolgermi ad uno specialista in urologia pediatrica, quindi chiedo il vostro parere e magari un consiglio su come potrei comportarmi.
Grazie anticipatamente per la risposta
cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Gentile signora
le infezioni delle vie urinarie ,frequenti soprattutto nelle femminucce per motivi anatomici,vanno differenziate in infezioni basse(cistiti) e infezioni alte(pielonefriti). Le seconde sono più' impegnative,portano febbre e indici infiammatori alterati(aumento dei globuli bianchi E PCR). E' importante la distinzione per modulare il trattamento antibiotico,più' breve con 5/7 giorni di terapia nelle forme basse;più' lungo 7/10 giorni di terapia nelle forme alte.Dopo una infezione delle vie urinarie è preferibile praticare una ecografia dell'apparato urinario per escludere eventuale reflusso vescico ureterale,che va studiato poi con altre metodiche diagnostiche ancora più' precise.Bisogna praticare urinocolture di controllo spesso,anche ogni mese se necessario,anche in bambini asintomatici che hanno sofferto di infezioni urinarie. Queste possono essere evitate seguendo alcuni utili accorgimenti :urinare con le gambe bene aperte per evitare ristagno di urina,assumere fermenti lattici periodicamente,pulire dopo la defecazione in direzione avanti verso dietro,rispettare una buona igiene locale,ma senza abusare per non asportare germi buoni a livello locale deputati alla protezione dalle infezioni.
Un cordiale saluto
Dr. Gaetano Pinto