Utente 108XXX
Buongiorno, abbiamo un bimbo di quasi due anni e mezzo che non vuole mangiare da solo. O meglio, mangia con le proprie mani solo alcuni alimenti dei quali è ghiotto (che sono davvero pochi), per il resto non è autonomo e deve anche essere distratto o continuamente sollecitato.
Questa situazione ci crea tensione e disagio, sentimenti che sicuramente lui avverte. Abbiamo da tre giorni deciso di mettergli il piatto davanti e di non dare importanza al fatto che lui piagnucoli perchè vuole essere imboccato. Se non mangia, gli diciamo che non fa niente e togliamo il piatto.
Lui non ha mangiato e io mi chiedo, prima di tutto, se sia il modo corretto di agire.
Poi mi chiedo anche quanto tempo si possa andare avanti senza farlo mangiare adeguatamente. Inoltre : in tavola c'è sempre anche il pane e lui, non mangiando altro, ne prende un po', poi aggiunge la frutta (mangerebbe solo quella) e quindi non resta completamente a digiuno : questo puo' fare sì che perduri a non mangiare da solo ? Dovremmo togliergli pane e frutta ? Ma dovremmo farlo come punizione o dirgli semplicemente che non ci sono ?
Grazie mille, siamo disperati !

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Gentile signore
innanzitutto bisogna evitare di far trasparire preoccupazione e ansia quando il bimbo deve mangiare. Evitare di mettere a tavola frutta e pane, prima di porgergli il primo piatto. Lasciare che si alimenti da solo,tranquillo, senza prestargli particolare attenzione,ma controllandolo a breve distanza. Il tutto potrebbe essere soltanto un capriccio.Bisogna preoccuparsi soltanto se il bambino dimostra un rifiuto totale per gli alimenti
cordiali saluti
Dr. Gaetano Pinto