Utente 149XXX
Salve, sono la mamma di una bambina di 8 anni alla quale è stata diagnosticata una emiopertrofia uniltaerale sx, soprattutto a carico dell'arto superiore. Questo il referto dell'ultimo ricovero per accertamenti del 2008, quindi quando aveva 4 anni (in 2 tempi, prima della RMN e dopo):
"1 - Valutazione ortopedica: ipertrofia arto superiore sinistro con motilità completa. Lieve ipertrofia arto inferiore sinistro. Rachide in asse. Controlli longitudinali nel tempo. Eventuale RMN midollo.
Valutazione chirurgo vascolare: si conferma il quadro di emi-ipertrofia sinistra (più evidente per l'arto superiore) in assenza di patologia malformativa vascolare clinicamente apprezzabile. Eco Doppler: negativo. Nessun provvedimento vascolare.
Ecografia addome: non evidenti alterazioni a carico di fegato, colecisti, vie biliari, pancreas, milza, reni e vescica. Non liquido libero intra-addominale.
CONCLUSIONI: ipertrofia primitiva emilato sinistro, soprattutto a livello dell'arto superiore. Prossimo controllo i n base alla data in cui verrà eseguita la RMN."

"2 - Dalle misure degli arti si rileva:
arto superiore dx diametro cm 18,5
arto sup eriore sx diametro cm 22,5
arto inferiore dx diametro cm 22,5
arto inferiore sx diametro cm 24
I vari accertamenti sono risultati nella norma o negativi.
Da segnalare: ferritina 6 ng/ml (20-200), sideremia 33 ug/dl (45-120), transferrina 380 mg/dl (203-360).
ECG: normale
RMN spinale: non si evidenziano processi espansivi intra od extrarachidei. Non evidenti ernie discali né frammenti nucleari espulsi, non evidenti strati distrafici chiusi, non evidenti alterazioni morfologiche e strutturali a carico dei corpi vertebrali. Canale rachideo di volume e morfologia regolari. Midollo di volume, morfologia e segnali nella norma. Cono midollare normalmente posizionato.
CONCLUSIONI: emi-ipertrofia unilaterale sinistro, soprattutto a livello dell'arto superiore."

Le 2 Eco addominali svolte negli ultimi 2 anni (di mia iniziativa, diciamo) hanno evidenziato il rene sx un po' più grande del dx ma per il medico tutto ok.
L'ultimo controllo ortopedico ha confermato la sproporzione di sempre, evidenziando una logica dismetria alle anche, per ora comunque nessun provvedimento.
La bambina sta bene e fa sport (ginnastica artistica).
Oltre a periodici eco addominale e controllo ortopedico, ci sono ulteriori esami che ci consigliereste per non tralasciare niente?
Grazie per un vostro cortese riscontro.
saluti

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora
non ho capito se l'ipertrofia riguarda solo i tessuti molli o anche il tessuto osseo; in ogni caso completerei lo studio sui vasi linfatici.

Cordiali saluti
Dott.ssa Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Utente 149XXX

Salve Dott.ssa,
l'ipertrofia riguarda sia i tessuti molli che quelli ossei: la mano sinistra sembra di una bambina più grande. Anche la scapola e la spalla sono più grandi e il braccio più lungo.
La prima cosa che abbiamo fatto quando la bambina aveva 8 mesi, fu una eco-color-doppler che non rilevò alcun problema linfatico.
Comunque effettivamente, dopo 7 anni, sarebbe opportuno riprendere una indagine su questo ambito.
La ringrazio e la saluto cordialmente

[#3] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
.. ma la bambina aveva 7 mesi!!!

Ora sarebbe opportuno avere un quadro dettagliato della circolazione linfatica, venosa, arteriosa e saranno gli specialisti ad individuare tra le varie metodiche quella più adatta
Eco-color-Doppler Laser-Doppler si ma anche...
Linfoscintigrafia
Linfografia e linfangio-TC
Linfangio-RM
Inoltre ci sono indagini supplementari anche se di controversa utilità come
la microlinfografia fluorescinica
linfografia indiretta

Flebografia-flboscintigrafia
Arteriografia digitale

Test linfocromico di Houdack-Mc Master o quant'altro.

Da tener presente che ci sono anche malattie genetiche- malformazioni congenite con caratteristiche simili; fortunatamente, se di ciò si trattasse, sarebbe qualche forma con bassa espressività, visto che il quadro sostanzialmente non è peggiorato nel tempo.

Gradirei poi sapere il prosieguo anche per eventuali utili indicazioni all'utenza di questo sito.

Cordiali saluti ed auguri
Dott.Agnesina Pozzi.