Utente 397XXX
Buongiorno,
Ho una bimba che ha compiuto sei mesi il 1 dicembre. Dal quinto mese abbiamo iniziato con dei piccoli assaggi di frutta fresca/omogeneizzata a merenda (prugna,banana,mela e pera) e da 5 mesi e mezzo sotto consiglio della pediatra abbiamo introdotto la pappa a pranzo (da subito brodo vegetale con carota, patata, zucchina e bietola-farina di mais e tapioca-un cucchiaino di parmigiano e uno di olio evo). Dopo una settimana abbiamo poi inserito nel bordo anche un cucchiaino di verdure frullate e mezzo omogeneizzato di carne bianca. Da quando abbiamo iniziato la pappa a pranzo, però, l bimba soffre di mal di pancia e di notte si sveglia frequentemente perché ha tanta aria nella pancia. Inoltre ha molta difficoltà ad andare in bagno, fa feci molto dure e con parecchia fatica ( ho provato a fare la pappa più liquida e a farle bere più acqua ma senza risultati). Il suo intestino è ancora immaturo? Cosa posso fare per aiutarla? Dal sesto mese inoltre la mia pediatra mi ha consigliato di farle assaggiare ciò che mangiamo noi ( auto svezzamento) ma vista la situazione ho il timore di peggiorare le cose.
Grazie mille della disponibilità?
Saluti

[#1] dopo  
Dr. Emanuele Nicastro

32% attività
0% attualità
12% socialità
BERGAMO (BG)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2014
Il momento dello svezzamento è quello dove spesso si manifestano piccoli discomfort intestinali nel lattante. Pur con un menù assolutamente corretto, con l'abbandono della dieta lattea le feci possono diventare un po' più dure o comparire una vera e propria stipsi.
Le fibre, importantissime, vanno introdotte gradualmente. Dopo una prima fase con crema di mais e tapioca, si può provare con una crema multicereali e, gradualmente, anche ispessire in fibre utilizzando fiocchi di cereali integrali frullati. Eviterei crema di riso.
L'apporto di acqua deve essere sufficiente. La frutta che sta dando è quella adatta all'età.
Non "medicalizzerei" troppo la cosa. Tuttavia, se dovesse essere necessario, si potrebbe usare dello sciroppo al lattulosio come emolliente delle feci.
Cordialmente
Dr. Emanuele Nicastro
UOS Epatologia e Gastroenterologia Pediatrica e dei Trapianti
Ospedale Papa Giovanni XXIII Bergamo