Utente 379XXX
Buongiorno, a mio figlio di 5 mesi è stata diagnosticata pielonefrite acuta. Portato in pronto soccorso pediatrico 18 ore dopo aver notato febbre alta, è stato curato con antibiotico (Ceftriaxone) per 5 giorni ed ha continuato 5 giorni con Cefixima per bocca. Febbre scomparsa già dopo prima iniezione. Ora in attesa di cistografia, continuiamo con antibiotico fino ad esito esami. Ecografia con leggero ingrossamento di un rene. Ritenete che ci possano essere danni permanenti (cicatrici o altro) ai reni? E siete d'accordo a proseguire terapia antibiotica per circa un mese fino a cistografia? Grazie infinite.

[#1] dopo  
Dr. Claudio Olivieri

36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve,
in considerazione dell'episodio infettivo e del reperto ecografico, la cistografia risulta fondamentale per escludere la presenza di un reflusso vescico-ureterale, come possibile causa della pielonefrite.
Di solito nei bambini, terminata la terapia antibiotica viene iniziata una cosidetta profilassi antibiotica per evitare l'insorgenza di ulteriori infezioni urinarie.
Cordiali saluti.
Dr. Claudio Olivieri

https://www.facebook.com/Claudio.Olivieri.Chirurgo.Pediatrico/

[#2] dopo  
Utente 379XXX

Grazie mille Dottore.
Ritiene che essendo intervenuti entro 24 ore dai sintomi febbrili possiamo essere tranquilli in merito a possibili danni permanenti (come cicatrici o altro) ai reni?

Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Claudio Olivieri

36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2015
Salve,
una sola infezione non provoca danni così permanenti al rene, certamente e' importante valutare l'aspetto del rene all'ecografia e la captazione ad un'eventuale scintigrafia se fosse confermato il reflusso alla cistografia.
Buona serata.
Dr. Claudio Olivieri

https://www.facebook.com/Claudio.Olivieri.Chirurgo.Pediatrico/