A tutt' oggi si sente parlare di deficit erettivo da fuga venosa. In altre parole l' erezione non può essere mantenuta poichè il sangue non può essere trattenuto all' interno del pene per una incontinenza delle vene del pene. Talune interpretazioni ormai obsolete di questa patologia necessitano di una spiegazione.

La incontinenza venosa è generata da: problemi arteriosi, ormonali, psicogeni o strutturali (traumi, fibrosi o morbo di La Peyronie) del pene. Quindi va curata la malattia scatenante.

La fuga venosa avulsa dalle cause menzionate sopra, ovvero come causa unica, sufficiente a generare un deficit erettivo di qualsiasi genere ed entità non può essere contemplata. Vi sono studi anatomici, sperimentali, radiologici, e modelli matematici che negano alla fuga venosa l' identità di causa priomaria di deficit erettivo.