Cloracne - Acne da inquinamento

Questa patologia ci porta inevitabilmente a pensare alla nube di diossina liberatasi a Seveso nel 1976, in seguito allo scoppio di un reattore. In quella triste vicenda contaminarono l’ambiente ben 600 Kg di Diossina.

Questo disastro ambientale di ingenti proporzioni colpì il bestiame e i prodotti dell’agricoltura. Ben 447 persone svilupparono forme severissime di cloracne e 193 mostrarono anche segni tardivi della malattia.

La cloracne è provocata soprattutto dall’esposizione agli idrocarburi provenienti da incidenti industriali, dei quali si parla sempre troppo poco.

In Italia ancora oggi molte industrie non sono a norma ed emettono la diossina e idrocarburi inquinanti.

Vedi nel seguente link trasmissione su Rai 3 (Report) del 12/12/2010

http://www.francescobrunodermatologo.it/acne_news.php ?action=leggi&id_news=21

Catastrofi industriali provocate dalla diossina e da idrocarburi inquinanti

 1953 Porto di Ludwig (Germania) Esplosione di un impianto della BASF con liberazione di tricolorofenolo.

Casi di cloracne anche dopo 40 anni

 1968 Giappone

Contaminazione di olio di riso da clorodibenzofurans; 1665 persone colpite, 51 morti

 1973 Michigan (USA): contaminazione di foraggio da esabrominato con conseguente intossicazione e morte di migliaia di animali

 1972-1974 Ohio, Arkansas (USA) 41 casi di cloracne da inquinamento di carne e latte

 1980- Guerra Iran-Iraq Armi chimiche a base di idrocarburi alogenati

 1981 Spagna Olio d’oliva adulterato provoca migliaia di morti

Dalla relazione che il Prof. Bruno ha tenuto a San Pietroburgo per il Congresso "SEC" per l'ambiente