Sono affezioni dei genitali maschili, molto più frequenti di quanto non comunemente si creda.

Le dermatosi  genitali sinechianti, sono processi infiammatori non infettivi, che creano una progressiva saldatura della lamina interna del prepuzio sul glande (solitamente a carico della corona dello stesso).

Tale processo può insorgere per vari motivi (elencati di seguito), può insorgere in maniera subdola nel paziente, il quale di solito lamenta un'infiammazione/arrossamento dei genitali e in particolare del glande e del prepuzio interno.

Spesso questi pazienti denunciano una storia clinica ricca di diagnosi e di tentativi terapeutici fra i più disparati, spessissimo senza successo.

Ancora, gli stessi dichiarano di avere dei peggioramenti in concomitanza dei rapporti sessuali.

L'esame obbiettivo clinico, mostra il glande solitamente arrossato - soprattutto in area coronale - con atteggiamento laccato o ancora erosivo. Il foglietto prepuziale interno appare saldato per tutta (o più spesso in parte) la circonferenza della base del glande.

Spesso in corrispondenza delle "saldature" è possibile assistere a delle microlacerazioni a "tessuto strappato" e ad un aumento della zona infiammatoria.

Fra le patologie dermovenereologiche che possono comunemente causare questo processo (il quale può divenire - se non si interviene in tempo - anche irreversibile) si citano:

1. Lichen scleroatrofico 

2. Lichen ruber planus erosivo

3. Pemfigoide cicatriziale

4. Balanopostite plasmacellulare di Zoon 

5. Balanopostiti e Balaniti croniche 

Cosa fare?

La cosa principale da fare, assieme al proprio Dermovenereologo di fiducia è diagnosticare con esattezza la patologia di base con l'esame clinico DermoVenereologico poiché la diagnosi è il viatico essenziale per stabilire la terapia di attacco e mantenimento.