Da uno studio multicentrico dell'ECDC (European Center for Disease Prevention and Control) coordinato per l'Italia dall'Istituto Superiore di Sanità il vaccino contro l'influenza AH1N1 (suina) è stato in grado di proteggere il 70% delle persone vaccinate.

Lo studio è stato effettuato in 7 paesi europei: Francia, irlanda, Italia, Portogallo, Romania, Spagna, Ungheria.

I gruppi di persone erano 3: meno di 15 anni, da 15 a 65 anni, oltre 65 anni e pazienti affetti da patologie croniche.

Purtroppo, per vari motivi (martellante e controproducente campagna di stampa, ritardo e disorganizzazione nella distribuzione del vaccino alle ASL, scarsa collaborazione da parte degli operatori sanitari) la campagna vaccinale 2009-2010 aveva fatto flop.

E' un vero peccato, perché oggi avremmo una fascia assai più ampia di popolazione già immunizzata contro il virus AH1N1.

Fortunatamente, nella stagione 2010-2011 l'andamento dei casi di contagio e il quadro clinico dell'influenza sembrano uguali, almeno per ora, a quelli dello scorso anno. Il vaccino di quest'anno comprende sia il virus dell'influenza suina che quello dell'influenza stagionale.

Fonte: Istituto Superiore di Sanità, 12 gennaio 2011.