Sindrome da stanchezza cronica (CFS); così è definito un variegato quadro sintomatologico che colpisce molte persone, difficile da diagnosticare e da trattare.

Pazienti spesso identificati come apatici, depressi, indolenti, nascondono invece una chiara patologia spesso gravemente invalidante. Fatica cronica persistente non alleviata dal riposo che si esacerba con piccoli sforzi e provoca una sostanziale riduzione delle attività occupazionali e sociali, disturbi della memoria e della concentrazione, faringite, gonfiore e dolore ai linfonodi cervicali ed ascellari, dolori muscolari e articolari a volte particolarmente intensi. A questo che è il quadro clinico maggiormente rappresentativo si associano molte condizioni iniziali o sfumate spesso difficili da diagnosticare; purtroppo ad oggi non è stata ancora definita una chiara eziologia ed estremamente vaghi sono i tentativi terapeutici. Il 12 Maggio sarà la Giornata mondiale dedicata alla Sindrome da Stanchezza Cronica, momento di grande sensibilizzazione su questa malattia.

Per approfondmenti: 

http://www.medicitalia.it/minforma/medicine-non-convenzionali/361-cfs-sindrome-affaticamento-cronico.html