Nell'ultimo peirodo si stanno verificando delle situazioni molto gravi quali l'assenza di alcuni farmaci chemioterapici dal commercio (vedi per esempio il Caelyx); mi chiedo se sia mai possibile negare la salute alle persone per il Dio denaro e se non sia il caso che lo Stato si faccia sentire con una certa forza contro queste multinazionali che a volte fanno il bello ed il cattivo tempo.

Passi che si debbe risparmiare ma costi benefici a discapito di chi devono andare??? Credo che vi siano molte altre cose da valutare per il risparmio.

Voi che ne pensate?

 

anche Libero ha pubblicato un'intervista seccata del collega Tirelli di Aviano, il quale lementa anche l'assenza di altri farmaci ematologici...