Tra il 6 e il 9 giugno 2013 si svolgerà in Italia, presso il Milano Convention Centre (MiCo)  di Via Giovanni Gattamelata, il 4° Congresso Mondiale sull’ADHD dal titolo “From Childhood to Adult Disease”, organizzato dalla ADHD World Federation.

L’ADHD (dall'inglese Attention-Deficit/Hyperactivity Disorder, Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività) è il disturbo neuro-comportamentale più diffuso tra i bambini di tutto il mondo. Le stime parlano di un 5% della popolazione mondiale e di un 4% a livello europeo. In Italia il dato è poco chiaro e basato su campioni e ricerche locali effettuate in anni differenti: si parla di un (poco probabile) 1%.

La sensazione di molti ricercatori è che l'ADHD sia un disturbo sottostimato: molti Professionisti della Salute (mentale e non) tendono a considerarlo un problema relativo solo ad alcune fasce dell'età evolutiva. Per un analisi approfondita sulla diffusione dell’ADHD nel mondo si veda questo articolo.

Ad oggi, le cause esatte dell’ADHD sono poco conosciute, anche se deficit neurotrasmettitoriali (soprattutto a carico della Dopamina e della Norepinefrina), genetica e problemi perinatali sono chiaramente implicate nella patogenesi. Gli studi sulle cause dell’ADHD indicano come altamente probabili l’esposizione al fumo durante la gravidanza, l’anossia perinatale, esposizione al piombo, ma soprattutto la predispozione genetica.

Attualmente l’ADHD viene considerato dagli scienziati un disturbo lifelong, ovvero un disturbo che può durare (seppur con diverse manifestazioni) per tutto il ciclo di vita. Per questo motivo medici e psicologi, anche se non si occupano direttamente di bambini, dovrebbero essere aggiornati il più possibile sull’eziopatogenesi e sul trattamento di questa patologia. Non capita spesso di avere Congressi Mondiali in Italia, per cui credo sia un’ottima occasione per molti Professionisti della Salute.

Infine, ecco un breve elenco degli argomenti di principale interesse del  4° Congresso Mondiale sull’ADHD saranno:

1)      Diffusione ed epidemiologia dell’ADHD

2)      Ultime scoperte sulla genetica dell’ADHD

3)      Recenti dati sull’utilizzo del metilfenidato (Ritalin) nei pazienti con ADHD

4)      Neuroimaging

5)      Farmacoterapia e Psicoterapia

6)      ADHD nell’adulto

7)      Il parent training nell’ADHD

8)      ADHD e abuso di sostanze

Il sito del 4° Congresso Mondiale sull’ADHD può essere visitato a questo link http://www.adhd-federation.org/congress2013.html