Quello della Depressione Post-Partum è un fenomeno sempre più diffuso. Secondo una statistica il 70% delle donne soffre di una lieve depressione, mentre il 10% soffre di una depressione più grave.

Quando si è incinta, si affronta tutto con più serenità, i 9 mesi trascorrono all'insegna dell'amore, della dolcezza, aspettando solo l'arrivo del figlio o della figlia. Poi arriva il momento del parto, e allora tutti sono concentrati sul bambino, telefonate di amici, parenti, piacevoli visite.

E poi cosa succede?

Si arriva a casa con la premura di dedicarsi al figlio, invece, dopo pochi giorni si avverte spossatezza, voglia di non fare nulla. La serenità che prima si sentiva e percepiva, lascia posto a crisi di pianto, insonnia, cambiamenti dell'umore. Tale sintomatologia prende il nome di depressione post-partum.

Quali sono i fattori?

I fattori sono diversi, ormonali, fisici e psicologici.

 

Come agire?

E' molto importante condividere con il nostro partner ciò che sta accadendo. Sicuramente ci sono molte paure in corso, per esempio  la paura di dover fare tutto da sole, senza avere l'appoggio del conuige, o di non tornare più al peso forma. Intraprendere una buona psicoterapia, permetterà di affrontare il tutto in modo diverso. A volte insieme alla psicoterapia, si affianca anche una terapia farmacologica.