Perchè proviamo vergogna? Da cosa deriva la vergogna? Cosa ci comunica su di noi questo sentimento?

fabrizio.mardegan_vergogna

Cos'è la vergogna

La vergogna, la parte negativa di questo sentimento ossia la vergogna tossica, è il sentire che c'è qualcosa di fondamentalmente sbagliato in te stesso. Mentre il sentimento di colpa si ha per la sensazione di aver fatto qualcosa di sbagliato, la vergogna è il sentimento che si sente di essere sbagliati nel profondo. Il sentimento della vergogna deriva dalla credenza di essere fondamentalmente imperfetti, inadeguati, sbagliati, cattivi, senza importanza, immeritevoli, o di non essere all'altezza.

 

Come si forma la vergogna

La maggior parte di noi ha assorbito molto presto nelle proprie vite le credenze false che causano il sentimento di vergogna. Il non essere stati o esserci sentiti riconosciuti, amati, valorizzati e compresi ci ha fatto sviluppare la credenza che non eravamo amati perchè c'era qualcosa di sbagliato in noi. E mentre da bambini ad alcuni è stato detto che non andavano bene, che erano stupidi, cattivi o immeritevoli, altri hanno concluso che c'era qualcosa di sbagliato in se stessi in base al modo nel quale sono stati trattati.

 

Dipendenti dalla vergogna

Una volta che interiorizziamo nel profondo la vergogna, diventiamo dipendenti da essa e questo per due ragioni principali:

1 Ci da una sensazione di controllo sui sentimenti e sui comportamenti degli altri

Finchè crediamo che siamo noi la causa del comportamento di rifiuto degli altri, possiamo credere che c'è qualcosa che possiamo fare al riguardo. Credere che gli altri ci rifiutano o non ci danno amore a causa della nostra inadeguatezza ci da una sensazione di potere. Infatti se questo avviene a causa nostra allora forse possiamo fare qualcosa cambiando noi stessi e facendo le cose nel modo "giusto". Ci aggrappiamo alla credenza che il comportamento degli altri sia causato dalla nostra inadeguatezza perchè non vogliamo accettare il diritto degli altri di sentire e comportarsi nel modo in cui vogliono. Non vogliamo accettare la nostra impotenza sui sentimenti e sul comportamento degli altri.

2 Ci protegge dai sentimenti che abbiamo paura di sentire e ci da un senso di controllo sui nostri sentimenti.

Sebbene la vergogna faccia sentire male, molte persone la preferiscono alle sensazioni che la vergogna stessa copre: la solitudine, il dolore, la tristezza, l'impotenza e altre. Così come la collera può coprire queste sensazioni, allo stesso modo avviene per la vergogna.

La vergogna viene quindi usata per evitare di sentire gli autentici sentimenti di dolore della vita. 

 

Cosa fare per superarla

Cosa hai bisogno di fare allora per superare i sentimenti di vergogna?

1 Arrivare ad accettare che i sentimenti e il comportamento degli altri non hanno nulla a che fare con te. Quando arriverai ad accettare che gli altri hanno la libertà di essere aperti o chiusi, amorevoli o meno, e che tu non sei la causa dei loro sentimenti e comportamenti, e così non prenderai più il comportamento degli altri come qualcosa di personale, allora non avrai più il bisogno di controllarli.

2 Arrivare a sentire i tuoi sentimenti autentici e smettere di coprirli con la rabbia e con la vergogna.
Quando impari a nutrire te stesso essendo presente, amorevole e compassionevole verso i tuoi sentimenti, non avrai più il bisogno di proteggerti dagli stessi con la colpa o con la vergogna.

Per fare questo è necessario risolvere i nodi emotivi interiori profondi che derivano dagli eventi traumatici e stili di relazioni disfunzionali che si sono vissuti nella propria famiglia di origine. Un primo passo che puoi fare al riguardo è leggere il report gratuito che ho scritto "Trovare la Serenità" cliccando quì e/o consultare un professionista.