Tra le disfunzioni sessuali maschili l’eiaculazione precoce, è la più frequente e segreta, associata ad un vissuto di vergogna e, sperimentata in totale solitudine.
L’E.P., crea e concorre a mantenere una condizione di solitudine nell’uomo che ne soffre, di isolamento e di sofferenza. L’impatto emotivo della sessualità sulla vita dell’uomo è notevole e, può avere anche notevoli ripercussioni negative sull’equilibrio psichico, creando stress prolungato, disturbi d’ansia ed inevitabili disagi relazionali.
L’uomo si trova solo con se stesso, con la propria intimità sofferente e non sa né cosa fare, né a chi rivolgersi e, soprattutto non ha chiaro se tale disfunzione è curabile in maniera definitiva. Nell’immaginario di chi ne soffre, l’E.P., in una prima fase, viene spesso confusa per foga, per troppa passione, per un eccesso di coinvolgimento, ma tali elementi oltre a non essere assolutamente veritieri, rappresentano l’“anti-appagamento” per eccellenza.
La non informazione e l’assenza

leggi tutto l'articolo:

http://www.valeriarandone.it/home/articoli/133-eiaculazione-precoce-solitudine-e-sofferenza-di-chi-ne-soffre