0/0
Aggiungi ai preferiti

Finasteride: effetti collaterali


domenica 11 dicembre 2005 da Utente 898xxx
Cari dottori,
Sono un ragazzo di 23 anni..Assumo da 2 anni la Finasteride 1 mg /die per contrastare l'alopecia e ho notato negli ultimi mesi una certa difficoltà a mantenere l'erezione in rapporti più lunghi del solito(per esempio più di 40 min)...E' anche possibile che in certi momenti del rapporto l'empatia tra due persone e il loro coinvolgimento non siano sempre ai massimi livelli quindi si possono verificare piccole variazioni di "consistenza peniena" che vengono risolte anche uscendo il pene dalla vagina e dandogli un secondo di "tregua" in seguito al quale poi il rapporto può procedere...
E' possibile quello che ho appena descritto ?
Oppure vi sembra più probabile che questo sia un effetto collaterale della Finasteride ??
Secondo il vostro parere ci sono degli esami che andrebbero fatti periodicamente per controllare i potenziali danni della finasteride ?
E inoltre(passando a tutt'altro argomento) è il caso di fare delle visite specialistiche di controllo per patologia tumorale testicolare , oppure è un problema relativamente infrequente ??

Segnala allo staff

Risponde dal 2000 il medico

Dr. Diego Pozza

Specialista in:
Andrologia
Chirurgia generale
Endocrinologia
Oncologia medica

Perfezionato in:
Urologia

Esercita a:
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Indice di partecipazione al sito: 721
indice medicitalia
Caro lettore 8982,

avere qualche difficoltà di mantenimento dopo 40 minuti di rapporto non rappresenta una patologia
Non credo possa essere riconducibile alla Finasteride
Certo una visita andrologica sarebbe utile dopo i 20 anni
cari saluti

Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
domenica 11 dicembre 2005, dopo 1 ore
replica #1  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2005 il medico

Dr. Marcello Stante

Specialista in:
Dermatologia e venereologia

Perfezionato in:
Medicina estetica
Medicine non convenzionali
Chirurgia plastica e ricostruttiva

Esercita a:
TARANTO (TA)

Indice di partecipazione al sito: 54
indice medicitalia
caro amico,
vero è che la finasteride potrebbe diminuire la libido (appetito sessuale) , ma si tratta di un raro inconveniente peraltro velocemente reversibile dopo la cessazione della assunzione del farmaco. non mi sembra che sia il tuo caso. questo dal punto di vista del dermatologo. per lo screening del tumore testicolare attendi la risposta dello specialista competente anche se non vedo la connessione con la assunzione della finasteride, data anche la rarità di questo tumore.
saluti

Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
domenica 11 dicembre 2005, dopo 2 ore
replica #2  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2005 il medico

Dr. Salvo Catania

Specialista in:
Chirurgia generale
Oncologia medica

Perfezionato in:
Senologia

Esercita a:
MILANO (MI)
LECCO (LC)
NIZZA MONFERRATO (AT)
PATERNO' (CT)

Indice di partecipazione al sito: 9683
indice medicitalia
La rarità, in termini assoluti, del tumore del testicolo
non consente di prendere in considerazione programmi di
screening.
Inoltre, a causa della bassa incidenza (rappresenta l'1% di tutte le neoplasie nel sesso maschile ) e dell'alto tasso di cura, è persino controversa l'utilità dell'AUTOPALPAZIONE dei testicoli che secondo alcuni andrebbe solo a generare ansie e preoccupazioni ingiustificate rispetto ai possibili benefici.
Cordiali saluti
Salvo Catania
www.senosalvo.com

Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
martedì 13 dicembre 2005
replica #3  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2004 il medico

Dr. Giuseppe Benedetto

Specialista in:
Urologia
Andrologia

Perfezionato in:
Andrologia

Esercita a:
VICENZA (VI)
GIOIA DEL COLLE (BA)

Indice di partecipazione al sito: 127
indice medicitalia
non c'e' nessuna correlazione tra finsteride e tumori del testicolo
non ci sono esami preventivi per la diagnosi precoce ma è necessaria l'autopalpazione del testicolo
in caso di dubbi meglio rivolgersi dal curante

Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
sabato 17 dicembre 2005
replica #4  -  Segnala allo staff
Risponde dal 2005 il medico

Dr. Salvo Catania

Specialista in:
Chirurgia generale
Oncologia medica

Perfezionato in:
Senologia

Esercita a:
MILANO (MI)
LECCO (LC)
NIZZA MONFERRATO (AT)
PATERNO' (CT)

Indice di partecipazione al sito: 9683
indice medicitalia
Nel mio intervento precedente, il riferimento alla CONTROVERSA utilità della AUTOPALPAZIONE dei testicoli in
assenza di programmi di screening, era rivolto alla letteratura disponibile, non certo alla mia opinione di chirurgo oncologo, che concorda con la raccomandazione del dr.Giuseppe Benedetto sulla importanza di questa manovra da insegnare ai ragazzi anche perchè spesso l'unica visita a cui vengono sottoposti ,dopo quella pediatrica, per rilevare qualsiasi modifica dell'anatomia dello scroto, è quella per la leva obbligatoria che verrà tra l'altro presto abolita.
Salvo Catania

Vota il consulto: vota come INUTILE vota come UTILE
domenica 18 dicembre 2005, dopo 18 ore
replica #5  -  Segnala allo staff
 

Vuoi rispondere al consulto?


Esegui il login (registrati e inserisci utente e password) e ti apparirà in questo spazio arancione il modulo in cui scrivere il testo.
 
 
 
 
advertising
 

Gratis il tuo consulto ora!

 
 
 
 
 
 
Medicitalia sito dell'anno 2013
ultima modifica:  01/07/2014 - 0,23        © 2000-2014 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896        Privacy Policy