Utente 111XXX
Gentile dottore,
a scriverle si tratta di una ragazza di 25 anni,per un problema relativo al mio compagno.E' un mio coetaneo,stiamo insieme da 7 mesi e va tutto bene,anche dal punto di vista sessuale anche se per lui magari non si puo' dire la stessa cosa..Il fatto è che sebbene dica che i rapporti sono molto soddisfacenti,anche quando il rapporto sessuale si protrae piuttosto a lungo,proviamo diverse posizioni,eppure lui non riesce mai a raggiungere l'orgasmo.Non ha problemi particolari di erezione,ma non riesco a capire questo fatto,se dipende da una cosa psicologica,se il problema sono io,o se è un problema fisico..Non che io ne faccia per forza un problema,a me "va sempre bene" anche in quel senso,poi sto bene con lui in tutti i sensi e ci amiamo molto,pero' c'è questo neo..Lo dico perchè se si tratta di un problema sarebbe il caso di risolverlo,e poi sarei contenta sinceramente che anche lui raggiungesse il"top".Prima di me ha avuto solo un'altra esperienza con una persona di cui sostiene non sa nemmeno se è mai stato innamorato,e per 1 po' di anni nei rapporti gli succedeva la stessa identica cosa..Per questo mi faccio domande se il problema non fossi io..Eppure mi sembra sempre cosi tanto attratto da me...La ringrazio per la sua attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara ragazza,é paradossale,e sospetto,che il Suo ragazzo non si sia posto,almeno ufficialmente,il problema di recarsi in visita da un andrologo,facendo sì che sia Lei a porsi il problema relativo al passato,presente e futuro...Le consiglierei di essere molto decisa e diretta nel consigliare quanto sopra.In alternativa,visto che Le va bene così,soprassieda.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice,

numerosi maschi possono presentare fenomeni di "anorgasmia" dopo rapporti coitali mantenendo tale funzione dopo stimolazione manuale propria o della partner.
sarebbe il caso di convincere il suo ragazzo a consultare uno specialista che possa escludere patologie particolari e suggerire i rimedi possibili
a roma non ha che l'imbarazzo della scelta tra pubblico e privato
cari saluti