Utente 104XXX
Salve sono un ragazzo di 25 anni. Scrivo per un consulto circa l'andamento del mio battito cardiaco. Ho rilevato, da molto tempo (parlo di anni) la presenza di lievissime aritmie che non so se considerare fisiologiche o meno. Si tratta di pause nel battito che durano microsecondi, come se nel contare dovessi all'improvviso cambiare in maniera quasi impercettibile di velocità nell'elencazione del numero di battiti.
Riguardo invece alla velocità, mi sono accorto di avere una velocità molto contenuta, con battiti al minuto pari a 52-58 al mattino e 62-65 durante il giorno. Dopo i pasti il battito mi aumenta anche fino a 75 (ma credo che in fase digestiva sia normale). Posso considerarmi un soggetto bradicardico con tali valori? Si tratta di un fattore normale (neutro), negativo o positivo?
E riguardo alle lievissime aritmie (tra l'altro non frequenti) di cui sopra?

Infine una domanda circa la prevenzione in cardiologia: a vostro parere in un soggetto sano che non ha mai manifestato particolari problemi legati al cuore da che età può essere utile sottoporsi a controlli se non periodici per lo meno una tantum per conoscere la propria situazione? Nel mio caso, ad esempio, credo che, salvo un elettrocardiogramma a 12 anni, non ho fatto altri controlli al cuore.

Grazie infinite per le eventuali risposte




Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, un individuo viene considerato bradicardico allorquando il suo battito giornaliero è di media inferiore o pari ai 60 battiti al minuto. La bradicardia è da tempo ritenuta un fattore favorente la longevità, infine data la sua giovane età, in assenza di sintomi e di familiarità per accidenti cardiaci, una semplice visita medica una volta all'anno può sicuramente bastare.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille per la tempestiva risposta.
Le ribadirei solo un quesito: anche riguardo alle lievi aritmie posso stare in linea di principio tranquillo?