Utente 131XXX
Buongiorno, mio marito si è punto questa mattina con un aculeo di palma africana. Ho spremuto la zona per far uscire il sangue e l'ho disinfettato con alcool. Al momento il dolore è stato forte e poi sembrava stabile. ora però il dolore è aumentato e zoppica. Il punto esatto della puntura è la caviglia, vicino al malleolo. Lui però sente dolore non proprio dove è stato punto ma leggermente sopra e sembra leggermente tumefatto. Il colorito della cute però è normale.Come devo comportarmi. Le palme contengono sostanze pericolose? Mio marito è fabico. Ha 38 anni ed è alto 1,74 m e pesa 85 kg.Cosa posso usare per curarlo e/o per attenuare l'infiammazione e il dolore? Dovrei portalro al pronto soccorso? Come farmaci avrei a disposizione a casa: Oki, diclofenac in pomata o punture, bentelan...aspetto vostre notizie. Scusate il disturbo e Grazie mille se vorrete darmi un consiglio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Non ho trovato argomenti su una velenosita' specifica della palma africana. Quindi si ricade alla nozione generale che le punture "agricole" da spine, schegge, chiodi abbandonati ecc. possono tutte dare infezione batterica e al limite tetano.

La valutazione specifica della puntura (e' rosso, e' gonfio, e' un ascesso, sta passando, e' qualcosa, non e' niente ec.) puo' essere fatta solo da un medico che la veda dal vivo. Per il dolore io direi che o si sopporta o si applica il diclofenac in pomata. Il vero problema non e' se fa male ma capire se sta facendo infezione.