Utente 132XXX
Gentili Dottori,premetto che sono iperteso da circa 50 anni,con ipertensione ottimamente controllata (valori pressori 120-130/60-80) con una pastiglia di aceinbitore contenete una piccola percentuale di diuretico.
Non soffro di altre patologie se non di artrosi.
Nell'autunno dell'anno scorso, in seguito ad esami di routine, mi veniva diagnosticata una lieve insufficienza renale cronica.
I valori erano i seguenti:
creatinina siero 1,6;
azotemia 90.
Il nefrologo diagnosticava: "modesta riduzione della funzionalità renale da nefroangiosclerosi/senescenza" e consigliava esame di microalbuminuria.
Tale esame aveva come esito: 2.
Il nefrologo non prescriveva nessuna terapia solo dei successivi controlli.
Nel giugno di quest'anno ripetevo i controlli con i seguenti esiti:
creatinina siero 1,8;
azotemia 90;
potassio 7;
acido urico un pò elevato.
Il mio medico curante mi prescriveva furosemide per il potassio e del allopurinolo per l'acido urico.
In questi giorni ho ripetuto gli esami, il mio medico una settimana prima di tali esami mi ha fatto sospendere il diuretico, e per la prima volta ho effettuato anche la creatinina clearance.
Gli esiti sono i seguenti:
urea siero: 73,3
acido urico siero: 3,96
creatinina siero: 1,74
albumina 66,1%
proteine totali siero 5,83 G/100ml
potassio: 5,72
concentarzione creatinina urine 50 MG/100ML
creatinina clearance 32 ML/MIN.
Ho conattato telefonicamente il nefrologo ed il mio medico di famiglia, in attesa ti essere ricevuto da questi, i quali, entrambi, mi hanno tranquillizato dicendomi che si tratta di una insufficienza renale cronica di modesta entità dovuta all'età e di tenerla sotto controllo con esami periodici.
In particolare il nefrologo mi diceva che più che la creatinina clearance, nel mio caso, dovevo tenere sotto controllo la creatinina sierica.
Il medico di famiglia mi ha prospettato l'assunzione, nuovamente, del diuretico al fine di ridurre la concentrazione di potassio nell'organismo.
Ora Vi chiedo gentili Dottori, il valore attuale del potassio può avere riflessi negativi sul mio stato di salute?
Devo seguire una dieta particolare?
Assume farmaci specifici oltre quelli indicatomi dai miei medici curanti?
Esami particolari?
Ma soprattutto, gentili Dottori, posso stare relativamente tranquillo?
Ringrazio anticipatamente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
0% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore, direi che può davvero stare tranquillo, la sua è un'insufficienza renale cronica dove sicuramente anche l'età gioca un suo ruolo. Sono d'accordo col suo Nefrologo sul fatto che nel suo caso non bisogna seguire la clearance della creatinina che è influenzata dalla massa mmuscolare, meno d'accordo sul tenere sotto controllo la sola creatinina. Esiste infatti una formula, validata per altro dalle Società Scientifiche, che permette di stimare il filtrato glomerulare, per l'appunto "MDRD eGFR". Io l'ho già calcolato per lei considerando l'età di 80 anni e il peso corporeo indicato nel suo profilo (70 Kg), viene fuori un filtrato stimato di 40.3 ml/min/1.73m2. Valore del quale ci si può accontentare. Per quanto riguarda l'iperpotassiemia, sicuramente merita un attento controllo e consideri che esistono delle resine (Sodio polistirene sulfonato) che si utilizzano per mantenere i valori del potassio entro il range di normalità e che sicuramente le prescriveranno se si dovesse rendere necessario.
Continui a seguire con attenzione i consigli del suo Nefrologo e del suo Curante e soprattutto stia sereno.
Cordialmente