Utente 844XXX
Buonasera a tutti.

Scrivo nella speranza di riuscire a chiarirmi un pò le idee circa il funzionamento del mio corpo. La mia curiosità deriva dal dubbio di poter avere un frenulo corto (penso che possiate visualizzare la mia unica richiesta fatta in precedenza e fatta in attinenza a questa successiva).

La mia domanda è quand'è che si può effettivamente parlare di frenulo corto oltre a una situazione di dolore e fastidio o non completa scoperta del glande? E questa domanda è collegata anche a un'altra e cioé, quanto è normale che scorra la pelle lungo l'asse del pene prima che questa e il frenulo vadano in tensione?

La mia situazione è uno scorrimento normale per quanto riguarda la parte superiore del pene, contrariamente alla parte inferiore, quella del frenulo, nella quale la pelle scorre "liberamente" per un brevissimo tratto prima che si tenda perchè ancorata da quest'ultimo.

Tale situazione può provocare un'eccessiva sensibilità e rappresentare una possibile causa di eiaculazione precoce durante passate esperienze?

Vi ringrazio dell'attenzione e spero possiate fornirmi chiare indicazioni.

Buon lavoro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

da quello che ci scrive si può già ipotizzare che lei possa presentare una brevità del frenulo .

Sulla correlazione tra questo problema e l'eiaculazione precoce già le ha riferito il nostro collega Izzo e, per meglio chiarire la questione, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=27950.

Per il problema "frenulo corto" invece le consiglio di consultare sul nostro sito l'articolo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=63934.

Infine, vista la sua "giovane" età, approfitti di questo "disturbo-malessere" , per conoscere finalmente , se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia.

Un cordiale saluto.